HomeSponsoredBitcoin esplode arrivando a $37.500. Ecco perché

Bitcoin esplode arrivando a $37.500. Ecco perché

SPONSORED POST*

Prosegue per Bitcoin un momento felice, che spinge sempre più a investire in questo asset: ieri infatti BTC ha registrato un incremento superiore al 6%, toccando i $37.500 (oggi è a $36.459,49). 

Quali sono le motivazioni che hanno spinto Bitcoin a questo movimento al rialzo? Intanto le aspettative relative all’approvazione, da parte della SEC, degli ETF spot su BTC hanno reso possibile la realizzazione di un nuovo progetto crypto, Bitcoin ETF, direttamente collegato a questo evento, che ha superato $220.000 in un tempo record.

La SEC è pronta ad approvare gli ETF spot su Bitcoin?

Una delle motivazioni per le quali Bitcoin ha avuto questo movimento bullish nella giornata di ieri, può essere la diffusione di notizie relative a un’imminente approvazione degli ETF spot su BTC da parte della SEC.

Infatti un’analista di Bloomberg ha reso noto che, a quanto pare, la SEC potrebbe approvare tutte le 12 domande di ETF spot entro i prossimi 7 giorni, in quanto la Securities and Exchange Commission dovrà nuovamente esaminare la domanda di conversione dell’ETF trust GBTC di Grayscale da future a spot.

La discussione tra la SEC e Grayscale deriva dalla sentenza di agosto, che ha dato ragione alla società e ha appunto invitato la SEC a riesaminare la sua decisione. Questa vicenda, secondo l’analista, potrebbe portare a velocizzare anche l’approvazione degli ETF spot su Bitcoin.

Bitcoin va bullish per le liquidazioni degli shorter e per la sua scarsità

Un altro fattore determinante per questo movimento al rialzo di BTC può essere dovuto ai cosiddetti “short squeeze”: gli investitori che hanno shortato, quindi hanno puntato contro BTC, hanno perso circa $51 milioni nelle ultime 24 ore in seguito a questo movimento di Bitcoin.

Inoltre la scarsità di BTC continua ad aumentare: a ottobre la quantità di Bitcoin presente sugli exchange ha toccato il minimo di sei anni. Ci sono anche da considerare fattori come la percentuale di total supply, detenuta dai possessori a lungo termine (intorno al 76%), e la disponibilità circolante bloccata negli ultimi mesi (circa l’88,5%).

Le balene riprendono ad acquistare Bitcoin

In ultimo, i movimenti delle balene, ovvero dei maggiori investitori nel settore crypto, secondo gli esperti, stanno riprendendo in maniera massiccia: una di queste, in particolare, avrebbe acquistato, ogni tre ore, una quantità pari a $15 milioni in BTC, un movimento che, con ogni probabilità, è dovuto alla prossima approvazione degli ETF.

Ci sono invece altre balene che stanno processando degli ordini TWAP allo scopo di comprare Bitcoin attraverso Coinbase, una strategia di trading di solito utilizzata dagli investitori più benestanti, che vogliono in questo modo eseguire ordini di grandi dimensioni, minimizzando l’impatto sul prezzo e ottenendo un valore medio d’acquisto più favorevole.

Tutti questi fattori, messi insieme, fanno comprendere come il momento sia molto positivo  per Bitcoin: in aggiunta, un indicatore può essere anche considerato l’andamento della presale di Bitcoin ETF, il nuovo progetto collegato proprio con i vari traguardi raggiunti dagli ETF spot su BTC e che ha superato $220.000.

Nasce Bitcoin ETF, il nuovo progetto collegato agli ETF spot su BTC

Partita solo lo scorso 7 novembre, la prevendita di BTCETF ha superato $220.000 in tempi record, facendo capire ancora di più quanto sia alto l’interesse nei confronti dell’approvazione degli ETF spot su Bitcoin.

In questo momento il costo di un BTCETF è pari a $0,005, un valore che però crescerà nelle fasi successive della presale, visto che questa segue il meccanismo di prezzo crescente, per cui conviene acquistare quando il costo è ancora basso. 

Bitcoin ETF ha una roadmap i cui punti sono volti alla costruzione di una comunità forte, che sostenga il progetto nel tempo; in tutto ci sono cinque traguardi, al raggiungimento dei quali sono previsti dei benefit, come la fee sulle transazioni di vendita di BTCETF, che diminuirà a partire dal 5% e fino ad azzerarsi.

Un quarto dell’offerta totale di token, inoltre, sarà sottoposto a burning, aumentando così la scarsità dell’offerta e, di conseguenza, il valore del token. La tokenomica del progetto, invece, prevede una fornitura totale di BTCETF pari a 2.100.000.000 di token, della quale il 40% disponibile durante la prevendita in corso.

Il 25% della fornitura è pensato per i premi per la comunità e un altro 25% verrà invece sottoposto a burning; il restante 10% andrà a garantire la liquidità sugli exchange. In sostanza il 100% dei token è destinato interamente alla comunità, un principio già perseguito da altre prevendite, come quella di WSM, che voleva mettere il controllo del progetto nelle mani degli utenti.

Un altro fattore in grado di contribuire a fidelizzare gli utenti, in previsione dell’approvazione degli ETF spot su BTC, è il meccanismo di staking, che spinge gli utenti a mantenere i loro token in blocco, in modo da ottenere un ritorno passivo e restare fedeli al progetto.

BTCETF è un token ERC-20 costruito su Ethereum: per partecipare alla presale basta visitare il sito ufficiale del progetto, collegare il proprio crypto wallet e pagare con ETH, USDT, BNB o MATIC o ancora usare una carta bancaria. 

Nell’ultima fase il token BTCETF raggiungerà il costo di $0,00680000, prima del listing: manca solo un giorno prima che si passi alla fase successiva, per cui chi acquista adesso potrà avere i token BTCETF al costo più conveniente.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS