HomeSponsoredBitcoin mania: in Polonia ritrovati server per il mining di BTC sotto...

Bitcoin mania: in Polonia ritrovati server per il mining di BTC sotto il pavimento del tribunale e nei condotti di ventilazione

SPONSORED POST*

Tutto pur di fare mining di BTC: non solo aziende grandi come Tether ma anche insospettabili manutentori in quel di Varsavia. I dipendenti del Tribunale amministrativo superiore della Polonia hanno infatti trovato vari dispositivi per il mining nei condotti di ventilazione e sotto il pavimento, tutti alimentati dalla rete elettrica locale

Stando a quanto riporta il canale polacco TVN 24, tutti questi dispositivi erano dotati di modem propri, per cui non erano collegati alla rete del Tribunale, per cui la sicurezza dei dati presenti presso la Corte amministrativa non è stata minata.

Probabilmente i responsabili non conoscono il nuovo progetto Bitcoin Minetrix, che con lo stake-to-mine permette di fare mining di BTC senza dover ricorrere a questi mezzi, ma utilizzando solo lo staking dei token nativi BTCMTX: la prevendita ha superato $4,2 milioni.

I manutentori del Tribunale di Varsavia fanno mining in gran segreto

Il canale polacco TVN 24 ha reso noto che i dipendenti del Tribunale amministrativo superiore della Polonia hanno rinvenuto vari dispositivi per il mining nei condotti di ventilazione e sotto il pavimento, alimentati dalla rete elettrica locale. 

Il giudice Sylvester Marciniak ha dichiarato tuttavia che non c’è da temere per la sicurezza dei dati archiviati presso la Corte amministrativa suprema, in quanto il sistema non era collegato alla rete del Tribunale.

Secondo quanto riferito, queste apparecchiature potevano consumare una quantità di elettricità pari a diverse migliaia di zloty polacchi ogni mese: se pensiamo che 1.000 zloty corrispondono a circa 228 euro, comprendiamo bene il dispendio mensile.

Qualche settimana dopo questa scoperta, il Tribunale ha provveduto a risolvere il contratto con la società che si occupava della manutenzione delle attrezzature dell’edificio, licenziando in più i due dipendenti responsabili della manutenzione della sezione nella quale sono stati ritrovati i dispositivi di mining.

La polizia ha poi provveduto a smantellare tutta l’attrezzatura e a sequestrarla: è in atto ora un’inchiesta relativa al furto di elettricità, che dovrà stabilire per quanto tempo questa operazione è andata avanti in segreto. 

Con ogni probabilità, i fautori di questa attività non erano a conoscenza di un modo sicuro e intelligente per fare mining di Bitcoin, senza dover ricorrere al furto di energia elettrica: Bitcoin Minetrix, infatti, mette a disposizione lo stake-to-mine, consentendo di fare staking con i suoi token nativi, BTCMTX, allo scopo di ottenere ricompense in BTC.

Grazie allo stake-to-mine Bitcoin Minetrix vola oltre $4,2 milioni in presale

Bitcoin Minetrix è un nuovo progetto che introduce lo stake-to-mine, ovvero il mining di Bitcoin attraverso lo staking dei suoi token nativi BTCMTX. Partecipando alla prevendita in corso, che ha superato $4,2 milioni, e acquistando almeno $10 di BTCMTX, ora al costo di $0,0117, è possibile mettere in stake i token e generare potere di cloud mining e hashrate, per ottenere alla fine premi in BTC

Grazie al progetto tutti possono quindi fare mining di Bitcoin: grazie allo staking si otterranno  crediti per il mining, ovvero token ERC-20 non negoziabili, che possono essere sottoposti a burning in cambio di tempo di mining. 

Bitcoin Minetrix usa il cloud mining, verificato da Coinsult, per rassicurare gli investitori sulla trasparenza delle transazioni avvenute, visto che il settore non brilla per onestà. Inoltre gli investitori non devono versare depositi in denaro, perché basta lo staking per ottenere i crediti per il mining.

Il team del progetto offre anche la possibilità di ottenere un guadagno in più mettendo anche solo in stake i token BTCMTX: è possibile farlo anche prima del termine della prevendita, se si acquista con ETH e pagando una fee di $0,015. In questo momento ci sono oltre 298.000 token in blocco, con un APY del 139%

La presale di BTCMTX prevede 10 fasi in tutto e segue lo schema del prezzo crescente, per cui il costo dei token continuerà a salire del 10% e fino a raggiungere $0,0119 nel momento del listing.

Per partecipare, basta avere a disposizione un crypto wallet, come MetaMask o Trust Wallet, ovvero uno compatibile con i token ERC-20 come BTCMTX, e usare ETH, BNB, USDT o MATIC per ottenere la quantità di BTCMTX desiderata oppure servirsi di una carta bancaria. 

Dopo aver collegato il vostro wallet alla pagina ufficiale della prevendita, cliccando sul pulsante “Connect Wallet”, basterà scegliere il metodo di pagamento e decidere se mettere in stake i token o acquistarli, cliccando su “Buy Now”.

Al termine della presale si potranno riscattare i token, cliccando su “Claim”, oppure si potrà continuare con lo stake-to-mine per ottenere ulteriori ricompense in BTC.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS