HomeCriptovaluteCircle e SBI Holdings si uniscono per promuovere l’integrazione di USD Coin...

Circle e SBI Holdings si uniscono per promuovere l’integrazione di USD Coin in Giappone con i servizi Web3

In un’importante collaborazione, Circle e SBI Holdings hanno stretto una partnership strategica con l’obiettivo di promuovere l’adozione di USD Coin (USDC) e dei servizi Web3 in Giappone. 

Questo memorandum d’intesa giunge nel momento in cui il Giappone è sottoposto a cambiamenti normativi, presentando un’opportunità unica per entrambe le entità di ridefinire il panorama finanziario e stabilire nuovi standard nel viaggio del Paese verso un’economia Web3.

La partnership di Circle e SBI Holdings per promuovere l’adozione di USD Coin in Giappone

In una mossa fondamentale per espandere la diffusione di USD Coin (USDC) e dei servizi Web3 in Giappone, Circle, l’emittente di stablecoin, ha stipulato un memorandum d’intesa (MOU) con la società di servizi finanziari SBI Holdings di Tokyo. 

La collaborazione, annunciata il 27 novembre, sottolinea una visione condivisa per far progredire la transizione del Giappone verso un’economia Web3.

La partnership strategica si basa sul riconoscimento del panorama normativo giapponese, in particolare sulle modifiche apportate alla legge sui servizi di pagamento nel mese di giugno. 

Circle prevede che questi cambiamenti normativi fungeranno da catalizzatore, stimolando l’emissione e la circolazione delle monete stabili in Giappone.

Il successo di questa iniziativa dipende soprattutto dall’ottenimento da parte di SBI Holdings della registrazione come fornitore di servizi di strumenti di pagamento elettronici in Giappone, processo soggetto all’approvazione delle autorità giapponesi. 

L’amministratore delegato e presidente di SBI Holdings, Yoshitaka Kitao, ha espresso ottimismo sul fatto che questa partnership rappresenti un passo significativo verso l’adozione diffusa delle stablecoin nel Paese.

Il CEO di Circle, Jeremey Allaire, ha sottolineato l’importanza della collaborazione, definendola un passo significativo nel piano di espansione di Circle nella regione. 

Oltre all’adozione dell’USDC, la partnership mira a promuovere l’adozione della suite completa di servizi Web3 di Circle. 

Questa suite comprende piattaforme end-to-end per lo sviluppo, la distribuzione e l’operatività per la creazione e il funzionamento di applicazioni Web3 su varie blockchain.

Allaire ha specificato che la collaborazione si estende oltre i servizi finanziari, con l’obiettivo di stabilire nuovi standard nel settore finanziario in Giappone. 

SBI Shinsei Bank, una filiale di SBI Holdings, svolgerà un ruolo cruciale fornendo servizi bancari a Circle. Questo supporto è fondamentale per consentire l’accesso e la liquidità di USDC alle imprese e agli utenti in Giappone.

Oltre alla sola adozione di USDC: l’obiettivo è rimodellare il settore finanziario 

Sottolineando la domanda globale di valute digitali stabili, Allaire ha fatto notare che, sebbene Circle abbia sede negli Stati Uniti, il 70% dell’adozione di USDC avviene all’estero, con l’Asia in testa. Ha inoltre sottolineato la forte domanda di “dollari digitali sicuri e trasparenti” in America Latina e in Africa.

Attualmente, l’USDC è la seconda più grande stablecoin a livello globale, dopo solo Tether (USDT), con una capitalizzazione di mercato di 24,6 miliardi di dollari, secondo CoinGecko.

La collaborazione tra Circle e SBI Holdings si configura come una manovra strategica per sfruttare l’evoluzione del panorama normativo giapponese e promuovere l’adozione di USDC e dei servizi Web3 nella regione.

La partnership simbiotica tra Circle e SBI Holdings va oltre la semplice facilitazione dell’adozione dell’USDC in Giappone. Entrambe le entità sono pronte a rimodellare il panorama finanziario sfruttando la suite completa di servizi Web3 fornita da Circle. 

Questa suite non solo soddisfa la crescente domanda di monete stabili, ma apre anche strade all’innovazione in vari settori, tra cui i giochi, la cultura e l’intrattenimento dei consumatori.

Jeremey Allaire, amministratore delegato di Circle, ha espresso entusiasmo per gli sforzi di collaborazione nella definizione di nuovi standard nel settore finanziario giapponese. Particolarmente degna di nota è l’integrazione della suite di servizi Web3 di Circle, che offre soluzioni end-to-end per lo sviluppo, la distribuzione e il funzionamento di applicazioni Web3 su diverse blockchain.

L’importanza dell’alleanza strategica si estende al settore bancario, con SBI Shinsei Bank che svolge un ruolo fondamentale nel fornire servizi bancari essenziali a Circle. 

Questa collaborazione assicura la perfetta integrazione di USDC, garantendo alle imprese e agli utenti in Giappone l’accesso a una maggiore liquidità e a servizi finanziari.

Yoshitaka Kitao, CEO e Presidente di SBI Holdings, ha sottolineato l’importanza di preparare le basi per l’introduzione su larga scala delle stablecoin in Giappone.

Conclusioni 

In conclusione, la sinergia tra Circle e SBI Holdings segna un momento cruciale nell’evoluzione dell’ecosistema finanziario giapponese. La partnership strategica non solo anticipa l’adozione diffusa di USD Coin (USDC), ma traccia anche un percorso di trasformazione verso un’economia Web3. 

Mentre i paesaggi normativi si adattano all’era delle monete stabili, questa alleanza è una testimonianza del potenziale innovativo che si manifesta quando la finanza tradizionale si interseca con le tecnologie più avanzate. 

Con SBI Holdings che chiede l’approvazione come fornitore di servizi di pagamento elettronico e la suite completa di servizi Web3 di Circle che entra nel mercato giapponese, si apre la strada a un cambiamento dinamico che potrebbe riverberarsi oltre i confini del Giappone, influenzando la percezione globale della finanza decentralizzata. 

Questa collaborazione non solo posiziona entrambe le entità come pionieri del settore, ma sottolinea anche il significato più ampio dell’adozione delle valute digitali e delle tecnologie Web3 su scala globale.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS