HomeCriptovaluteBitcoin“Bitcoin Dead”: nel 2023 cala il numero delle proclamazioni di morte

“Bitcoin Dead”: nel 2023 cala il numero delle proclamazioni di morte

La celebre frase “Bitcoin Dead” (Bitcoin è morto) sembra aver subito un calo nel 2023, rispetto agli anni precedenti. Questo dato potrebbe segnalare una resilienza della regina del crypto market nell’ultimo anno appena concluso. Ecco i dettagli. 

“Bitcoin Dead”: nel 2023 ci sono solo 8 proclamazioni di morte della regina crypto

Secondo quanto riportato, pare che in questo 2023 le proclamazioni di morte di Bitcoin, la celebre frase “Bitcoin Dead”, sembrano essere calate a solo 8 dichiarazioni. 

Questo dato potrebbe segnalare una resilienza di Bitcoin per quest’anno appena concluso, dato che nel 2021 e nel 2022, “ Bitcoin Dead” era stato dichiarato rispettivamente 47 e 27 volte. 

A segnalare le 475 proclamazioni di morte totali di Bitcoin dalla sua nascita, è l’elenco dei necrologi del Bitcoin su 99bitcoins.com. Per ogni anno, infatti, è associato il numero delle dichiarazioni, col 2017 in testa alla classifica con ben 124 chiamate di morte per la regina delle crypto. 

Ad ogno modo, per questo 2023, l’ultima delle 8 dichiarazioni riportate è stata attribuita al sostenitore crypto Arthur Hayes, che ha avvertito che se i fondi negoziati in borsa (ETF) raggiungeranno un successo eccessivo, “distruggeranno completamente il bitcoin”.

“Bitcoin Dead”: il calo del numero delle proclamazioni nel 2023, rende BTC resiliente

Oltre alle proclamazioni raccolte, è possibile vedere la query “Bitcoin is Dead” su Google Trends per comprenderne il grado di interesse generale. 

A giugno 2022, infatti, era stato analizzato che il termine aveva raggiunto un picco nella ricerca sul colosso di internet, toccando un massimo di 100 su 100. Se si guarda, invece, l’ultima settimana di dicembre 2023, invece, il punteggio su Google Trends per questa query è stato di 29 su 100. 

Come anticipato, questo calo di proclamazioni di morte del 2023 rispetto agli altri anni, potrebbe far pensare che Bitcoin si stia dimostrando resiliente. 

E infatti, se si pensa che c’è ancora chi non vede futuro per Bitcoin, sono molti di più quelli che invece vedono che l’asset è qui “per restare”. Questo porta ad avere una visione di Bitcoin a lungo termine. 

Le previsioni positive del prezzo di BTC

E se da un lato diminuisce il numero di coloro che prevedono la morte di Bitcoin, dall’altro aumenta anche il numero di chi sostiene le previsioni positive di prezzo di BTC. 

Infatti, questo 2024 è l’anno del quarto halving di bitcoin che avverrà ad aprile, mentre in questo mese di gennaio 2024 si sta attendendo che la SEC degli USA approvi l’emissione dei primi ETF su Bitcoin spot. 

Solo questi due argomenti caldi hanno portato personaggi del settore finanziario a esporsi con le loro previsioni ottimistiche sul prezzo di Bitcoin. 

Il mese scorso, Bloomberg ha condiviso la sua previsione, affermando che BTC potrà arrivare a valere oltre i 500.000$. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS