HomeSponsoredBitcoin si avvicina allo storico “bull cross” visto per la prima volta...

Bitcoin si avvicina allo storico “bull cross” visto per la prima volta nel 2016

SPONSORED POST*

Bitcoin è sull’orlo di un significativo movimento di mercato, che rispecchia un modello visto per la prima volta nel lontano 2016. Questo sviluppo, noto come “bull cross“, suggerisce un futuro promettente per il valore di Bitcoin, e ricorda l’impennata che ha portato al suo picco di 20.000 dollari nel 2017.

L’entusiasmo che circonda Bitcoin è dovuto a quella che appare come l’imminente approvazione degli ETF spot su BTC e che influisce anche sul resto del mercato delle criptovalute: anche la prevendita di Bitcoin Minetrix ne trae vantaggio e svetta a $8 milioni anche grazie allo stake-to-earn.

Primo bull cross in arrivo per BTC

Su un orizzonte temporale di tre settimane, la media mobile esponenziale (EMA) a 21 periodi di Bitcoin è pronta a incrociare la media mobile semplice (SMA) a 50 periodi: questo raro evento è apparso l’ultima volta nel 2016 e ha preceduto un sostanziale aumento del valore di Bitcoin.

L’analista Moustache evidenzia questo evento su X , sottolineandone il potenziale significato e individua anche un ulteriore “segnale di acquisto” nel super indicatore, esortando gli osservatori del mercato a prestare attenzione a questi segnali più che rari.

https://twitter.com/el_crypto_prof/status/1744660182209016192?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1744660182209016192%7Ctwgr%5Eb40072ee3efdaccbcacee53d5d45da22d5031509%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.cryptotimes.io%2Fbitcoin-nears-historic-bull-cross-first-seen-in-2016%2F

Anche se BTC è già vicino ai livelli più elevati di aprile 2022, ha ancora un margine per un ulteriore rialzo, come suggeriscono l’indice di forza relativa (RSI) giornaliero e le bande di Bollinger.

La rinascita di Bitcoin, che ora si avvicina ai $50.000 (oggi è sopra i $45.800), è in parte alimentata dall’entusiasmo per l’approvazione di un primo exchange-traded fund (ETF) Bitcoin negli Stati Uniti.

Ci sono vari scettici, tuttavia, che mettono in guardia su una potenziale flessione post-ETF del valore di Bitcoin, mentre altri vedono spazio per un’ulteriore crescita. Tra i detrattori c’è il trader Il Capo of Crypto, che pensa che BTC possa scendere a $12.000.

Grafico commentato ad 8 ore di BTC/USD. Fonte: Il Capo of Crypto

Un grafico pubblicato alla stessa ora ha inoltre evidenziato l’area intorno ai $30.000 come il possibile primo punto di arresto del ritracciamento di BTC. In attesa di vedere che cosa accadrà effettivamente, le previsioni positive influiscono anche su Bitcoin Minetrix, la prevendita che ha superato $8 milioni grazie al nuovo concetto di stake-to-mine.

Bitcoin Minetrix coglie il sentiment positivo del mercato e raggiunge $8 milioni in presale

Bitcoin Minetrix concentra la sua attenzione sul mining di BTC, una pratica effettuata in maniera massiva dalle società che possono permettersi di spendere in macchinari ed energia e che hanno le giuste competenze in merito.

Il progetto ha infatti intenzione di permettere a tutti di accedere a questa attività, grazie all’introduzione dello stake-to-mine, un metodo innovativo per fare mining di BTC semplicemente mettendo in stake il token nativo del progetto, BTCMTX. 

Per accedere allo stake-to-mine basterà partecipare alla prevendita di BTCMTX, oggi a $0,0127, e acquistarne almeno $10. A questo punto sarà possibile mettere in stake i token,  allo scopo di ottenere hashrate e potere di mining e, alla fine, ricompense in BTC.

Bitcoin Minetrix mette a disposizione un cloud mining differente dagli altri, prima di tutto perché verificato e certificato da Coinsult, quindi al sicuro da truffe, e poi perché qui gli investitori non devono depositare denaro, in quanto gli basta fare staking per ottenere i crediti per il mining.

Questi crediti sono token ERC-20 non negoziabili, che possono essere sottoposti a burning, al fine di ricavare l’hashrate necessario per il mining di Bitcoin. Il progetto è alla portata di tutti, grazie alla dashboard del sito, che è facile da comprendere e usare anche da parte dei meno esperti.

Sarà possibile fare anche staking di BTCMTX senza dover aspettare il termine della prevendita, se si acquistano i token con ETH e si paga una gas fee di $0,015. L’APY previsto al momento è dell’80%, un valore molto interessante.

Chi vuole partecipare alla prevendita di BTCMTX, può anche usare USDT, BNB, MATIC o una carta di credito/debito bancaria, oltre a ETH e aspettare il termine della presale per fare staking e stake-to-mine. 

BTCMTX, secondo alcuni trader, potrebbe fare anche 50x con il listing, se il mercato delle crypto proseguirà con il suo trend positivo: vale quindi la pena tenere d’occhio il progetto e considerare se investire o meno nello stake-to-mine.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS