HomeCriptovaluteBitcoinBlackRock: la pubblicità del suo ETF su Bitcoin punta ai boomer

BlackRock: la pubblicità del suo ETF su Bitcoin punta ai boomer

In questi giorni, stanno circolando diverse pubblicità dei nuovi ETF su Bitcoin spot, tra cui anche quello di BlackRock, che sembra stia puntando alla categoria dei boomer.

Infatti, lo spot del colosso della gestione patrimoniale sembra essere molto diverso dagli altri. 

La pubblicità dei nuovi ETF su Bitcoin: BlackRock punta ai boomer

Il 10 gennaio sono stati approvati ben 11 nuovi ETF su Bitcoin spot negli USA. 

Gli 11 sponsor di questi fondi hanno quindi iniziato a pubblicizzarli, qualcuno addirittura prima dell’approvazione, data ormai per scontata. 

Addirittura Bitwise iniziò a dicembre a far circolare online un primo spot pubblicitario, interpretato “dall’uomo più interessante del mondo”, ovvero l’attore Jonathan Goldsmith già noto proprio per aver interpretato il personaggio dell’uomo più interessante del mondo. 

Valkyrie ad esempio ha pubblicato l’annuncio sul cartellone pubblicitario del Nasdaq a Times Square, in pieno centro di New York. 

Questi ETF, infatti, non sono prodotti finanziari destinati solo ai grandi investitori istituzionali, ma anche a privati cittadini che li possono acquistare in borsa. La loro pubblicità serve soprattutto per farli conoscere ai privati, ed in particolare modo a chi ha grossi capitali da investire. 

Lo spot di BlackRock

Lo spot di BlackRock però è diverso dagli altri. 

È decisamente molto più istituzionale, ingessato, tanto da risultare un po’ datato. 

La scelta del maggior gestore patrimoniale al mondo è stata quella di non puntare sulle emozioni ma sulle informazioni, ovvero una scelta un po’ strana per uno spot pubblicitario. 

Si può tranquillamente definire lo spot come freddo e nosioso, ma questa potrebbe essere una scelta deliberata.

BlackRock ha tra i suoi clienti molte persone facoltose, ma in genere chi possiede grossi capitali è già un po’ in là con l’età. 

Ad esempio, tra i 10 uomini più ricchi al mondo secondo Forbes, c’è un unico millennial, Mark Zuckerberg, che comunque ha già quasi 40 anni. Tutti gli altri 9 hanno 50 anni o più. 

Oltre a Zuckerberg, ce ne sono solo altri 4 con meno di 60 anni, tra cui i due fondatori di Google e Jeff Bezos che ne ha 59. 

Tutti gli altri ne hanno più di 60, con i due fondatori di Microsoft che ne hanno meno di 70, e gli altri che sono Bernard Arnault (74 anni), Larry Ellison (79), e Warren Buffett (93). 

Non stupisce pertanto che se gli altri sponsor dei nuovi ETF su Bitcoin spot si rivolgano in particolare alla generazione X ed ai millennial, BlackRock invece si rivolga ai boomer. 

Il successo dei nuovi ETF

Per ora sono stati solamente due i giorni di scambi in borsa dei nuovi ETF, giovedì e venerdì (oggi le borse USA sono chiuse per festività). 

Dopo due giorni quello che ha raccolto più fondi ottenendo così l’AUM maggiore è proprio quello di BlackRock, che ha superato il mezzo miliardo di dollari da questo punto di vista. 

Al secondo posto si è piazzato quello dell’altro grande gestore patrimoniale, Fidelity, con 427 milioni di dollari. 

Al terzo c’è proprio quello di Bitwise, che punta ad un pubblico più giovane e che ha raccolto meno della metà dei fondi raccolti da quello di BlackRock. 

Va, però, specificato che il maggiore ETF su Bitcoin spot al mondo è GBTC di Grayscale, ma di fatto si tratta di un fondo esistente fin dal 2013 che nel corso di più di 10 anni ha raccolto oltre 28 miliardi di dollari. È stato convertito in ETF mercoledì scorso, ed in due giorni ha perso quasi 580 milioni di dollari di AUM. 

Da notare che l’ETF HODL di VanEck ha raccolto solamente 10 milioni di dollari dal momento del lancio, anche se prima del lancio ne aveva già raccolti altri 76. 

La pubblicità di BlackRock e il predominio dei boomer sui nuovi ETF su Bitcoin spot

Questi dati sembrano indicare piuttosto chiaramente che il mercato degli ETF su Bitcoin spot sia dominato dai boomer, o comunque da investitori non più giovani. 

È difficile che gli spot pubblicitari abbiano avuto un ruolo chiave in questi giorni, ma potrebbero averlo in futuro. 

È invece possibile che siano stati gli stessi sponsor a promuovere privatamente ai loro clienti principali questi nuovi prodotti di investimento, anche se ad esempio BlackRock prima del lancio in borsa aveva raccolto solo 10 dei 500 milioni di dollari che costituiscono l’attuale AUM del suo ETF. 

D’altronde ai millennial ed alla GenZ piacciono sicuramente molto di più gli exchange crypto, tanto che i volumi di scambio da questo punto di vista la dicono lunga. 

Nei primi due giorni di scambi in borsa dei nuovi ETF su Bitcoin spot questi hanno cumulato un volume complessivo di circa 7 miliardi di dollari, mentre nel medesimo periodo sugli exchange crypto i volumi di scambio di BTC sono stati di quasi 90 miliardi di dollari. 

Quindi il grosso di questo mercato è ancora fatto soprattutto da millennial e da GenX, e soprattutto sugli exchange crypto, mentre gli scambi in borsa di ETF sono effettuati soprattutto da boomer e solo in parte da GenX. La GenZ invece probabilmente in questa classifica risulta essere marginale, dato che ha pochi capitali da investire. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS