HomeCriptovaluteStable CoinTether (USDT): il market cap della stablecoin aumenta di quasi $30 miliardi...

Tether (USDT): il market cap della stablecoin aumenta di quasi $30 miliardi nel 2023

Nel 2023, la stablecoin più importante del crypto market, Tether (USDT), ha visto una crescita del suo market cap totale di quasi 30 miliardi di dollari. Il 2024, invece, inizia con 95 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato per USDT. 

Tether (USDT): la stablecoin aumenta il suo market cap 2023 di quasi 30 miliardi di dollari

Basta guardare il grafico proposto da CoinMarketCap, per vedere che il market cap totale di Tether (USDT) è cresciuto di quasi 30 miliardi di dollari nel suo 2023. 

E infatti, a inizio dell’anno scorso, la capitalizzazione di mercato della stablecoin più importante era a quota 66 miliardi di dollari. A fine anno 2023, invece, il market cap totale aveva già superato i 91 miliardi di dollari. 

La tendenza rialzista del market cap di Tether si è verificata durante tutto l’anno, con i mesi che vanno da maggio a ottobre in cui sembrava ci fosse un appiattimento della curva. In realtà, già da metà ottobre a fine dicembre, la curva ha ripreso ad impennarsi, crescendo di 8 miliardi di dollari. 

Nel primo trimestre 2023, l’aumento del market cap di Tether è stato più intenso, del valore di 20 miliardi di dollari. 

Questo è successo anche grazie alle “disgrazie” che hanno vissuto le altre importanti stablecoin come USD Coin (USDC) e Binance Coin (BUSD) durante l’anno. A tal proposito, USDT è rimasta la stablecoin di salvataggio. 

Tether (USDT): il report del market cap 2023 della stablecoin e il nuovo inizio 2024 a 95 miliardi di dollari

Mentre il 2023 è storia, il 2024 è invece il nuovo inizio. Bè già in queste due prime settimane del 2024, infatti, Tether (USDT) è riuscito a registrare nuovi record, portando il suo market cap a quota 95 miliardi di dollari. 

Nella classifica delle Top Stablecoin per capitalizzazione di mercato, Tether è ovviamente in prima posizione, seguita da USDC con 25 miliardi di dollari e DAI con 5 miliardi di dollari di market cap. 

Solo con la seconda stablecoin, è notevole il distanziamento di capitalizzazione di mercato di 70 miliardi di dollari. Con la terza stablecoin, invece, si parla di 90 miliardi di dollari. 

Tether si può dire che va avanti da sola. Andando nel generico mondo crypto, non è un caso che la principale stablecoin sia dietro solo a Bitcoin (BTC) con 834,5 miliardi di dollari e Ethereum (ETH) con 305 miliardi di dollari di market cap. 

Chissà che in breve tempo, USDT possa arrivare alle 12 cifre di capitalizzazione di mercato, proprio come le due crypto sul podio. 

Il minting di 1 miliardo di USDT

Dieci giorni fa, l’azienda Tether ha finalizzato il minting di 1 miliardo di USDT, aggiungendo alla propria Treasury un equivalente di 1,000,497,499 dollari statunitensi. 

Si tratta dell’ennesimo aumento della fornitura circolante di Tether che, negli ultimi anni, sta aggiungendo sempre più carburante ai mercati crypto. 

In genere, queste attività di minting così frequenti, precedono periodi in cui BTC o altre crypto potrebbero crescere di prezzo. Questo perché la caratteristica principale delle stablecoin è proprio quella di essere utilizzata come controparte per il trading. 

Nel frattempo, diversi indirizzi che hanno depositato fondi presso la Treasury di Tether, stanno inviando i propri USDT a vari exchange centralizzati, verosimilmente con l’idea di scambiarli per BTC o altcoin. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS