HomeBlockchainSicurezzaTrezor: il crypto hardware wallet emette avviso di sicurezza dopo un attacco...

Trezor: il crypto hardware wallet emette avviso di sicurezza dopo un attacco di phishing

Trezor, il celebre crypto hardware wallet, ha pubblicato un avviso di sicurezza per i suoi utenti, dopo che il 17 gennaio 2024 il portale di assistenza è stato violato con un attacco di phishing. 

Trezor: il crypto-wallet hardware pubblica un avviso di sicurezza dopo la violazione di dati del 17 gennaio

Lo scorso 17 gennaio, Trezor ha subito un attacco di phishing con una violazione di dati dei suoi clienti sul portale di assistenza di terze parti. 

In pratica, i dati interessati sono stati indirizzi email, nomi/nickname di quegli utenti che avevano contattato il suo team di assistenza clienti. La violazione sembra non aver provocato alcun furto di criptovalute. 

A tal proposito, Trezor ha voluto pubblicare un avviso di sicurezza, così da tenerli in guardia su come non fare da apripista a eventuali altri nuovi attacchi di phishing. 

“Allarme di sicurezza. Il 17 gennaio 2024, il portale di assistenza di terze parti che utilizziamo ha subito un accesso non autorizzato. I dati potenzialmente interessati si limitano alle e-mail e ai nomi/nickname degli utenti che hanno contattato il nostro team di assistenza clienti.

Desideriamo assicurarvi che questo non rappresenta una minaccia per i vostri beni digitali, né ora né in futuro. Sebbene non abbiamo riscontrato alcun picco di attività di phishing a seguito di questo incidente, nel nostro impegno per la piena trasparenza, abbiamo deciso di avvisarvi di schemi di phishing che mirano al vostro seed di recupero. Cosa c’è da sapere:1)Il tuo portafoglio Trezor e le tue risorse rimangono al sicuro. 2)Non condividere MAI il tuo seed di recupero con nessuno. Ricorda che i rappresentanti di Trezor non ti chiederanno mai di farlo.3) Fai attenzione ai tentativi di phishing o alle e-mail sospette. 4)Confermare sempre le istruzioni direttamente sul dispositivo Trezor.

Comprendiamo le preoccupazioni che derivano da situazioni come questa e ci scusiamo per gli eventuali disagi causati.”

Trezor: il crypto hardware wallet e la sicurezza 

L’incidente ha sollevato preoccupazioni sulla sicurezza da parte degli utenti, che sono stati contattati direttamente dal crypto hardware wallet. 

E infatti, pare che Trezor avrebbe avvertito ogni utente attaccato del potenziale aumento del rischio di un ulteriore attacco phishing, che mira ad ottenere la loro frase seed di recupero. 

Secondo quanto è emerso, pare infatti che sono 41 gli utenti contattati direttamente dall’attore malintenzionato via e-mail, con la richiesta di informazioni sensibili.

A tal proposito, Trezor ha esortato tutti gli utenti a prestare attenzione a tentativi di contatto insoliti o sospetti e a verificare la legittimità di qualsiasi comunicazione apparentemente proveniente dal supporto Trezor.

La crescita di interesse dopo l’exploit subito da Ledger

Era metà dicembre 2023, quando un altro celebre crypto hardware wallet, Ledger, aveva subito un attacco alla library del connect kit, mettendo in pericolo i fondi di milioni di utenti. 

Anche in quel caso, l’intervento tempestivo del team della società era riuscito a mantenere in salvo tutti i fondi, sollevando però preoccupazioni sulla sua sicurezza.

La conseguenza, infatti, è che molti utenti scontenti di Ledger hanno cominciato a interessarsi sempre più al suo competitor Trezor

In realtà, sia Trezor che Ledger sono dei crypto wallet non custodiali, e cioè non prendono in affido le chiavi private degli utenti che detengono sui loro dispositivi le loro crypto. 

La seed phrase, insieme al PIN del dispositivo, rappresentano le due sicurezze principali dell’hardware wallet che protegge l’utente da smarrimento, furto o da alcuni attacchi informatici. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS