HomeSponsoredETF spot su ETH di BlackRock: la SEC rinvia a marzo la...

ETF spot su ETH di BlackRock: la SEC rinvia a marzo la decisione sull’approvazione

SPONSORED POST*

Dopo l’approvazione degli ETF spot su BTC, che ha comportato il crollo di molti asset, la SEC statunitense ritarda quella relativa allo stesso prodotto su Ethereum. La Securities and Exchange Commission ha tempo fino al 10 marzo per approvare, non approvare o ritardare ulteriormente la decisione.

Gli esperti hanno opinioni divergenti al riguardo, mentre l’attuale momento incerto del mercato non coinvolge alcune prevendite, collegate a un asset di punta come BTC: quella di Bitcoin Minetrix ha superato $9,2 milioni grazie a un nuovo modo per fare mining di Bitcoin.

La SEC rimanda la decisione in merito agli ETF spot su ETH

La decisione della SEC in merito agli ETF spot su ETH è stata annunciata in un documento presentato mercoledì scorso, nel quale l’organo ha dichiarato di ritenere opportuno designare un periodo più lungo per decidere la linea di condotta relativa alla proposta di modifica delle regole. 

“La Commissione ritiene opportuno designare un periodo più lungo entro il quale agire sulla modifica delle regole proposta, in modo da avere tempo sufficiente per considerare la modifica delle regole proposta e le questioni in essa sollevate.” 

Ciò indica che la Securities and Exchange Commission ha tempo fino al 10 marzo per approvare, non approvare o avviare ulteriori procedimenti sull’ETF proposto. BlackRock aveva presentato domanda per un ETF spot su Ethereum, ovvero l’iShares Ethereum Trust, nel novembre 2023. 

Se venisse approvato, l’ETF spot su Ethereum offrirebbe agli investitori un’esposizione alla seconda criptovaluta più grande del mondo per capitalizzazione di mercato. 

Il CEO di BlackRock, Larry Fink, ha dichiarato in un’intervista di considerare un ETF su Ethereum un prodotto di notevole importanza e ha aggiunto che l’approvazione di tali fondi è un trampolino di lancio verso la tokenizzazione. 

C’è da tenere in considerazione anche il fatto che l’iShares Bitcoin Trust di BlackRock è quello di maggior successo tra gli 11 ETF spot su Bitcoin attualmente approvati, con un patrimonio in gestione attuale pari a 1,7 miliardi di dollari. 

Anche l’approvazione del Fondo Fidelity Ethereum ritarda

Un altro documento, depositato la scorsa settimana, riporta il ritardo anche nell’approvazione della richiesta di Fidelity per un ETF spot su Ethereum, il Fidelity Ethereum Fund. Secondo l’analista di ETF di Bloomberg, James Seyffart, questi ritardi non devono sorprendere e continueranno a protrarsi

Secondo lui infatti: “I ritardi sugli ETF Spot Ethereum continueranno a verificarsi sporadicamente nei prossimi mesi. La prossima data che conta è il 23 maggio”.

Gli analisti hanno opinioni divergenti sugli ETF spot su ETH

Gli esperti del mercato hanno opinioni differenti riguardo all’approvazione di un ETF spot su Ethereum: anche se molti credono che l’approvazione da parte della Securities and Exchange Commission possa arrivare già a maggio, la posizione del presidente della SEC, Gary Gensler, potrebbe aver smorzato le speranze. 

Gensler ha infatti affermato: “Come ho detto due settimane fa, ciò che abbiamo fatto per quanto riguarda gli ETF spot su Bitcoin è riservato a questo prodotto che non è un titolo e non dovrebbe essere interpretato come nient’altro.”

Nel frattempo, l’incertezza del mercato non intacca una prevendita come quella di Bitcoin Minetrix, che procede molto bene, superando $9,2 milioni. 

La prevendita di Bitcoin Minetrix supera $9,2 milioni grazie allo stake-to-mine

L’approvazione degli ETF spot su BTC, come qualcuno palesava, ha comportato una grande incertezza nel mercato, con i principali asset in caduta libera: questa situazione, tuttavia, non va a intaccare prevendite forti come quella di Bitcoin Minetrix, un progetto nuovo che ha da poco superato $9,2 milioni, grazie allo stake-to-mine. 

Si tratta di un modo alternativo per fare mining di BTC, reso disponibile a tutti grazie allo staking del token nativo del progetto: BTCMTX. Per accedervi basta acquistare una quota minima, pari a $10, di token in prevendita, ora al costo di $0,013, e metterli in stake, allo scopo di ottenere hashrate, potere di mining e infine le ricompense in BTC. 

Non è più necessario acquistare macchinari appositi o dover affrontare spese di energia impossibili o ancora avere le qualifiche necessarie per operare il mining, ma basta accedere al cloud mining del progetto, sicuro perché verificato da Coinsult, senza depositare denaro.

Facendo semplicemente staking, gli utenti otterranno crediti per il mining, token ERC-20 non negoziabili, che possono essere sottoposti a burning, per raggiungere l’hashrate necessario per il mining di Bitcoin. 

Tutto è ulteriormente semplificato dalla dashboard del sito, facile da usare anche per un utente inesperto. Gli investitori hanno anche la possibilità di fare solo staking di BTCMTX per ottenere ulteriori entrate, e senza dover aspettare il termine della prevendita, se scelgono di comprare i token con ETH, emettendo una piccola tassa di $0,015. 

L’APY previsto al momento è del 71%, un valore che, pur continuando a scendere, si mantiene comunque interessante per chi vuole ottenere qualcosa in più. Per partecipare alla prevendita di BTCMTX è possibile anche usare ulteriori metodi di pagamento, come USDT e MATIC, una carta di credito/debito bancaria o ancora si può utilizzare la BNB Smart Chain.

Stando alle opinioni degli esperti, le prospettive future per BTCMTX sono molto positive, tanto che il token potrebbe fare con il listing tra 10x e 50x: chi è interessato può mantenersi aggiornato seguendo i profili social di Bitcoin Minetrix e monitorando la presale in corso.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS