La blockchain sarà argomento di discussione della 73esima Assemblea Plenaria delle Nazioni Unite che si terrà a New York il prossimo 24 settembre.

Read this article in the English version here.

In quest’occasione i funzionari delle diverse nazioni e gli esperti di tecnologia si incontreranno in un simposio dal titolo “La Blockchain per il bene sociale. L’utilizzazione della blockchain in aiuto allo sviluppo economico” durante il quale si discuteranno le potenzialità della DLT come motore della crescita economica.

L’evento è stato organizzato dalla Blockchain Charity Foundation (BCF), dal Finance Center for South South Cooperation (FCSSC) e dal Women Political Leaders global forum (WPL) e sarà introdotto da un discorso del Presidente di Malta Marie-Louise Coleiro Preca.

Seguirà una tavola rotonda in cui verranno presentati i progetti pilota più rilevanti a livello mondiale.

A tal proposito, la leader del BCF, Helen Hai, ha affermato : “Il BCF crede fermamente che la blockchain potrà cambiare radicalmente il mondo, introducendo efficienza, trasparenza e efficienza e capacità di rendicontazione delle attività caritative per accelerare la riduzione della povertà globale, la creazione del lavoro e la crescita economica. Per il BCF è un piacere collaborare con organizzazione internazionali e leader aziendali per compiere questo percorso assieme”.

Silvana Koch-Mehrin, fondatrice e Presidente della WPL, ha invece spiegato: “Alla WPL crediamo che la tecnologia della digitalizzazione può essere di grande beneficio per la crescita sociale globale. Radunando le donne che sono anche leader politici possiamo guidare ed influenzare il cambiamento ed accendere una discussione su come le tecnologie possano aiutare gli interessi nazionali è un grande passo avanti ad ogni livello”.