Gli sviluppatori che sceglieranno il noto motore di gioco Unreal Engine, sviluppato da Epic Games, avranno introiti superiori se lanceranno il proprio prodotto su The Abyss grazie ad una nuova partnership tra le due aziende annunciata poche ore fa.

Read this article in the English version here.

The Abyss è un’azienda fondata nel 2018 grazie a una ICO che ha raccolto circa 15 milioni di dollari seguendo il modello DAICO. Attualmente la criptovaluta (ABYSS) è al 650esimo posto per capitalizzazione di mercato secondo i dati raccolti da CoinMarketCap e, in seguito a questa notizia, sta registrando un +30%.

Unreal Engine, invece, è il famoso motore grafico sviluppato da Epic Games. La prima versione è stata realizzata per lo sparatutto in prima persona. Molti giochi tripla A che hanno fatto la storia dei videogiochi hanno usato il motore prodotto da Epic (da Mass Effect a Batman passando per Medal of Honor fino a Fortnite).

The Abyss sfida Steam

the abyss epic games unreal engine

The Abyss ricompensa gli sviluppatori di giochi per gli acquisti effettuati sulla piattaforma. Mike Gamble, responsabile delle licenze per Epic Games, ha dichiarato quanto segue in una nota:

“Siamo lieti che The Abyss abbia scelto di fornire risorse aggiuntive agli sviluppatori che usano il motore Unreal Engine sulla propria piattaforma.”

I dettagli precisi dell’accordo non sono chiari, poiché entrambe le aziende hanno firmato accordi di non divulgazione.

Tuttavia, il fondatore di The Abyss Konstantin Boyko-Romanovsky ha dichiarato a CoinDesk che le condizioni saranno migliori di quelle standard e non saranno limitate al solo supporto premium.

Inoltre, gli sviluppatori che utilizzano Unreal non dovranno firmare un accordo separato con Epic Games: tutte le transazioni sono fatte attraverso The Abyss. In seguito alla partnership, gli sviluppatori di The Abyss avranno accesso alla suite Unreal Developers Network e otterranno anche servizi di marketing da The Abyss.

The Abyss è stata lanciata nel marzo 2019. Gli sviluppatori che utilizzano la piattaforma guadagnano grazie a un sistema di referral, anche se le persone che seguono il referral decidono di non acquistare il gioco dello sviluppatore. Chiaramente parlare di sfida a Steam, per ora, appare azzardato. L’azienda di Gabe Newell è un colosso con oltre 30’000 giochi e diversi milioni di utenti ma questa partnership con Epic Games favorirà certamente l’arrivo di nuovi giochi sulla piattaforma.