Il 90% dei negozi Bitcoin accetta anche BCH
Criptovalute

Il 90% dei negozi Bitcoin accetta anche BCH

By Adrian Zmudzinski - 27 Set 2018

Chevron down

Con Bitcoin che attualmente domina oltre il 52% del market cap totale delle criptovalute, ci si aspetterebbe che l’adozione delle altre crypto fosse molto indietro rispetto a quella di BTC. Tuttavia, secondo la Accept Bitcoin Cash Initiative, Bitcoin Cash – che rappresenta circa il 4% del market cap totale delle crypto – è accettato dal 90% dei negozi Bitcoin friendly.

Read this article in the English version here.

In un recente blog post, la suddetta iniziativa informa che di aver tracciato 1750 siti web e che oltre 900 di loro accettano BCH. Il post include anche alcuni grafici interessanti, che pubblichiamo qui di seguito.

L’adozione di BCH a spirale verso il basso

Ma è anche di particolare interesse una recente ricerca di Chainalysis che in realtà ha indicato una notevole diminuzione nell’uso effettivo di BCH.

Secondo Bloomberg una “revisione dei pagamenti ricevuti dai 17 maggiori servizi di elaborazione commerciante, come BitPay, Coinify e GoCoin, ha dimostrato che i pagamenti Bitcoin Cash sono scesi a 3,7 milioni di dollari a maggio da un massimo di 10,5 milioni di dollari a marzo“.

Data l’attuale tendenza al ribasso nell’adozione di BCH, è abbastanza sorprendente vedere che il numero di commercianti che lo accettano è in costante aumento.

Tuttavia, possiamo trarre due conclusioni da questa situazione controintuitiva: l’adozione delle crypto, nel suo complesso, spinge l’adozione di BCH, nonostante il suo effettivo utilizzo sia in diminuzione. In alternativa, il campione limitato dei 1750 commercianti genera dati non rappresentativi della situazione reale.

Il motivo principale per cui tutti accettano anche Bitcoin Cash potrebbe essere dovuto al fatto che per default Bitpay, il piú famoso gateway di pagamento, permette di accettare anche Bitcoin Cash quando decidi di accettare BTC.

Adrian Zmudzinski
Adrian Zmudzinski

Adrian è un appassionato di tecnologia e IT, specializzato nell'analisi di token, tecnologia blockchain e crypto. Il suo interesse verso Bitcoin risale al 2009, espandendosi al mondo delle crypto più in generale. Le sue analisi si concentrano per lo più sulle potenzialità tecnologiche alla base dei token.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.