Cboe ritira la proposta degli ETF su bitcoin
Cboe ritira la proposta degli ETF su bitcoin
Criptovalute

Cboe ritira la proposta degli ETF su bitcoin

By Marco Cavicchioli - 24 Gen 2019

Chevron down

È ufficiale: la SEC ha ricevuto la richiesta di ritiro della proposta di istituire degli ETF su bitcoin da parte di Cboe, VanEck e SolidX.

Read this article in the English version here.

Pertanto gli ormai celebri ETF su bitcoin con polizza assicurativa non verranno immessi sul mercato a breve, perlomeno per ora.

Infatti, durante un’intervista alla CNBC l’amministratore delegato di VanEck, Jan van Eck, ha dichiarato che la proposta verrà riformulata in futuro.

“Siamo stati impegnati in discussioni con la SEC in merito alle questioni relative a Bitcoin, alla custodia, alla manipolazione del mercato, ai prezzi, e questo si è dovuto fermare. E così, invece di cercare di rimandare, o qualcosa del genere, abbiamo deciso di ritirare la richiesta, che ricodificheremo in futuro”.

La SEC avrebbe dovuto pronunciarsi a riguardo entro il 27 febbraio, ma l’esito molto probabilmente non sarebbe stato positivo. A questo punto il ritiro della proposta per l’ETF su bitcoin è un modo per evitare la bocciatura e per poterla effettivamente ripresentare quando le condizioni saranno più favorevoli.

Il Direttore della strategia sugli asset digital di VanEck, Gabor Gurbacs, ha dichiarato su Twitter che stanno continuando a collaborare con le autorità di regolamentazione per sviluppare appropriate strutture di mercato che garantiscano condizioni adatte all’emissione di ETF su bitcoin.

Nel frattempo anche i gemelli Winklevoss hanno dichiarato di stare lavorando ad una proposta simile, in particolare per quanto riguarda le preoccupazioni della SEC sulla manipolazione del mercato crypto.

Durante il podcast della giornalista di Forbes Laura Shin hanno parlato di un loro piano per ottenere l’approvazione per ETF su bitcoin, nonostante ci abbiano già provato una volta senza successo.

Il loro piano prevede più sorveglianza sul mercato crypto, grazie al Virtual Commodity Association SRO e con la tecnologia intelligente di NASDAQ.

L’obiettivo è quello di far comprendere che i mercati crypto non sono come il Wild West, ma al loro interno vi siano anche strumenti sicuri e regolamentati per gli scambi e la custodia.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.