10 possibili spiegazioni che motivano la salita di bitcoin (BTC)
Bitcoin

10 possibili spiegazioni che motivano la salita di bitcoin (BTC)

By Stefano Cavalli - 14 Mag 2019

Chevron down

Maggio sembra essere iniziato nel migliore dei modi. La salita del prezzo di bitcoin (BTC) cresce del 48% in un mese, la sua dominance tocca i livelli di dicembre 2017 raggiungendo il 60% e gli analisti sono estremamente positivi per quanto riguarda il mercato delle criptovalute.

Read this article in the English version here.

Ci sono almeno 10 possibili spiegazioni che motivano questo andamento rialzista e che potrebbero spiegare perché bitcoin (BTC) sta crescendo così tanto. Nonostante l’incremento avvenuto nelle ultime settimane, la criptovaluta numero uno al mondo per capitalizzazione di mercato non sembra volersi arrestare.

Le altcoin perdono terreno a favore di bitcoin (BTC) e gli annunci della SEC (Security and Exchange Commission) si fanno sentire. I problemi di Bitfinex, Binance hackerato, il timore dei piccoli investitori, niente sta impedendo l’ascesa di bitcoin (BTC).

10 spiegazioni della salita di bitcoin (btc)

1. Fidelity Investments: un asset da 2,4 trilioni di dollari pronto per il trading di bitcoin (BTC)

Pochi giorni fa è stata rilasciata la notizia che mostra come Fidelity Investments, una società con sede a Boston che si occupa di servizi finanziari, sarebbe pronta ad offrire una piattaforma per lo scambio OTC (over-the-counter) di bitcoin (BTC).

Non stiamo parlando di piccoli investitori, bensì di istituzionali volti ad immettere all’interno del settore crypto cifre che sono in grado di smuovere il prezzo di bitcoin (BTC) e delle altre criptovalute.

Attualmente di è parlato solo ed esclusivamente di bitcoin (BTC) e non di ethereum (ETH), Ripple (XRP), o altre criptovalute. Tuttavia non è da sottovalutare il fatto che in futuro altre crypto possano essere aggiunte alla piattaforma di trading. Questo è uno tra i motivi più concreti che spiegano perché bitcoin (BTC) sale così tanto.

2. Halving di bitcoin (BTC), attenzione alla stagionalità

Non bisogna dimenticarsi dell’halving, il processo secondo cui la quantità di bitcoin (BTC) “creati” e guadagnati dai miner come ricompensa verrà dimezzata. Inizialmente, quanto nacque bitcoin (BTC) nel 2009, i miner ottenevano 50 BTC come compensa per la conferma di un blocco.

Nel 2012 questa quantità è stata dimezzata per la prima volta, portando la reward a 25 BTC e successivamente, nel 2016, un altro halving ha fatto si che i 25 BTC diventassero 12,5.

Un grafico relativo all’andamento di bitcoin (BTC) mostra mese per mese il suo valore in relazione ai precedenti halving. Sulla destra viene indicata la scala che definisce un colore a seconda di quanti mesi mancano al prossimo halving.

grafico sull'halving di bitcoin btc

Non è difficile capire che, in passato, i mesi che hanno preceduto questo fenomeno sono sempre stati indici di un andamento rialzista che ha portato ad una crescita di bitcoin (BTC) notevole.

3. La FOMO è presente, ecco perché bisogna prestare attenzione

Il termine “FOMO” (Fear-of-missing-out) è la paura di aver perso l’occasione. Con la crescita repentina di bitcoin (BTC) nel mese di maggio, in molti si saranno chiesti se le opportunità di “salire sul treno” sono andate perdute.

Tanti investitori stanno comunque aprendo posizioni importanti, lo dimostrano gli incrementi di volume registrati nell’ultimo periodo che sono quasi triplicati rispetto a poche settimane fa:

grafico volumi bitcoin btc

Quando i prezzi in un mercato salgono o scendono in maniera repentina, come nel caso delle criptovalute, gli investitori provano ad entrare in azione in qualsiasi circostanza. Nel caso di bitcoin (BTC), le ultime settimane hanno mostrato una rapida crescita che ha indubbiamente innescato tanta paura tra gli spettatori, gli speculatori e i trader.

Nella giornata odierna bitcoin (BTC) ha superato nuovamente gli 8000 $ e sta testando più volte quel livello; molti analisti sono convinti che la salita continuerà. Questo meccanismo innescherà ancora più FOMO tra la gente, che si chiederà se conviene o meno acquistare bitcoin (BTC) al prezzo attuale.

Chi è riuscito ad entrare nel mercato qualche settimana fa ha registrato guadagni nettamente positivi, ma chi ancora non lo ha fatto deve essere in grado di valutare o meno se ne vale la pena davvero. Le criptovalute hanno un andamento molto altalenante, questa è una caratteristica ormai consolidata, ma se tanto facili sono i guadagni altrettanto immediate possono essere le perdite.

4. L’analisi tecnica sul mercato delle criptovalute mostra segnali positivi

Indipendentemente dal fatto che si possa credere o meno nella scienza dell’analisi tecnica e finanziaria, ci sono diversi aspetti che vanno comunque presi in considerazione. Thomas Lee, uno dei più grandi sostenitori di bitcoin (BTC) e analista capo di Fundstrat Global Advisors, ha espresso nuovamente il proprio parere sostenendo che BTC sarà protagonista di un’importante crescita nel 2020.

Ha aggiunto poi che vi sono diversi indicatori i quali sono in grado di mostrare come un nuovo ATH (All-Time-High) possa essere uno scenario plausibile. Per motivare ciò che afferma, Lee ha spiegato che in questo periodo l’analisi tecnica funziona in maniera molto più accurata.

Ha fatto anche notare che la sua società, Fundstrat, ha raccolto 11 segnali che possono spiegare questo l’andamento rialzista. Indice, forse, che il mercato ribassista del 2018 si è concluso.

5. Il FUD non sta condizionando il mercato crypto

FUD sta per “fear-uncertainty-doubt” (paura, incertezza, dubbio). In questo settore indica il momento in cui qualcuno cerca di convincere altre persone a vendere criptovalute motivando queste scelte in maniera infondata.

Sebbene le principali discussioni di queste settimane riguardanti bitcoin (BTC) e le altre criptovalute siano state, per la maggior parte, relative ai prezzi di mercato, si sono manifestati in realtà anche alcuni avvenimenti importanti da considerare.

Diversi governi stanno affrontando l’argomento “bitcoin (BTC) e criptovalute” mentre altri ne hanno (per il momento) adottato un divieto totale. Diversi regolatori non hanno ancora preso decisioni e tutti quanti aspettano di vedere come si comporterà la SEC (Security-and-Exchange-Commission) in futuro.

Bakkt non è ancora attivo, anche se le ultime notizie relative alla giornata di ieri fanno ben sperare. Bitcoin (BTC) non scende nonostante i repentini tentativi di infangarne l’utilità e la tecnologia alla base. Alcune persone sostengono che sia un ottimo segno e che il mercato sia ormai “maturo”, mentre altri pensano addirittura che il peggio sia del tutto passato.

6. Le Altcoin che fine hanno fatto? La dominance di bitcoin (BTC) raggiunge i livelli di dicembre 2017

Una ricerca condotta da BitMex e pubblicata nella giornata di ieri, 13 maggio 2019, indica come il mercato delle ICO (Initial-Coin-Offering) sia crollato di oltre il 97% in un solo anno registrando dei pessimi ROI (Return-On-Investment).

L’aumento del prezzo di bitcoin (BTC) avvenuto nelle ultime settimane, ha scatenato discussioni molto accese sul futuro delle altcoin. Un post su reddit lo conferma:

“L’esperimento delle ICO è finito. Nessuno ha davvero realizzato un prodotto utile ed avvincente. Persino ethereum, per quanto mi piaccia come esperimento scientifico, non ha raggiunto le aspettative e sta per attraversare una fase pericolosa in cui verrà istituito un algoritmo di consenso sperimentale non dimostrato. La gente si sta rendendo conto che Bitcoin è un’idea molto più grande di tutte quelle ‘fantastiche’ blockchain che la gente ha cercato di vendere al pubblico negli ultimi due anni”

Dopo che la proposta per il re-org dei blocchi di Bitcoin, avvenuta negli scorsi giorni, è stata rifiutata, il sentimento positivo tra la community è cresciuto ancora di più.

Nonostante la dominance di bitcoin (BTC) sia attualmente maggiore del 60%, non possiamo di certo affermare le altcoin siano morte, né tantomeno che siano tutte fallite. Basti pensare ai traguardi che ha raggiunto Binance grazie a BNB token in meno di 10 mesi:

grafico andamento Binance bnb token

7. Il mainstream è in arrivo?

Fidelity Investments comincerà tra poco ad occuparsi del trading OTC (over-the-counter) di bitcoin (BTC). TD Ameritrade ha introdotto a dicembre i futures sul bitcoin (BTC). eTrade si sta preparando ad abilitare il trading di bitcoin (BTC) sulla propria piattaforma.

Si vocifera della possibilità che eBay possa accettare criptovalute come metodo di pagamento. Bakkt testerà i futures sul bitcoin (BTC) a luglio.

Queste sono solo alcune delle notizie interessanti, in realtà ce ne sono state molte altre. Ad ogni modo le community crypto si sono riattivate e sono sempre di più i servizi che ogni giorno decidono di appoggiarsi alle criptovalute, indice del fatto che il mainstream potrebbe non essere cosi lontano come molti pensano.

8. Bitcoin (BTC) e la faccenda Bitfinex: sono arrivati nuovi fondi

Alcuni sostengono che l’incremento del prezzo di bitcoin (BTC) in queste settimane possa essere causato da Bitfinex in maniera indiretta. Il Procuratore Generale di New York, Letitia James, ha recentemente accusato Bitfinex di aver utilizzato 700 milioni di dollari dalla riserva di Tether per coprire un buco mancante di 850 milioni di dollari.

Ecco alcuni tra i commenti più quotati nel web:

“Penso che bitcoin salirà perché con tutta la faccenda di Bitfinex in corso … sicuramente avranno ancora tanti problemi a processare le richieste di prelievi degli utenti.”

ha scritto sanderson22.

“Penso che molta gente stia comprando bitcoin e uscendo da Tether, ci sarà un bel crollo se la faccenda Bitfinex finirà male.”

Altri utenti hanno comunque espresso opinioni simili, mentre sono sempre tanti i pareri contrastanti di chi non appoggia Bitcoin e cerca solo di trovare un modo per screditarlo.

Pensare comunque che tante persone siano passate da Tether a bitcoin (BTC) è lecito. Bitfinex resta tuttavia una realtà solida e lo dimostra il fatto che in 10 giorni è riuscito a raccogliere 1 miliardo di dollari per la propria IEO.

9. Binance hackerato ma bitcoin (BTC) non crolla

In data 8 maggio 2019 Binance è stato hackerato. L’exchange ha stimato perdite per circa 7000 bitcoin (40 milioni di dollari in quel momento).

Bitcoin (BTC) ha perso il 3,2% in circa mezzora e tutto il mercato ha sicuramente subito un duro colpo, primo fra tutti BNB token. Nonostante questa notizia si può notare come l’andamento rialzista sia comunque prevalso:

bnb token andamento del valore

Molti utenti ne hanno approfittato per rientrare in gioco sfruttando la momentanea perdita dell’intero mercato di circa 5 miliardi di dollari. Binance ha bloccato i prelievi e i depositi (che saranno di nuovo disponibili nella giornata odierna) ma nemmeno questa notizia negativa è stata in grado di stravolgere i prezzi delle criptovalute.

10. Attenzione al Consensus, alle decisioni della SEC e alle ultime news su bitcoin (BTC)

In questi giorni si sta tenendo a New York il Consensus, un evento mondiale che raduna i maggiori esperti di tutto il mondo nel campo della blockchain e delle criptovalute. Può essere sede di importanti annunci e nuove notizie in grado di portare ancora più positività di quanta già non ce ne sia in questo periodo.

Gli occhi sono attualmente puntati sulla SEC che, dopo aver ripetutamente ritardato la presa di posizione sugli ETF su bitcoin (BTC), dovrà impugnare a breve una decisione che sarà, in tutti i casi, fonte di accesi dibattiti.

Bakkt ha annunciato il testing dei futures sul bitcoin (BTC) a luglio, appare al Consensus un’immagine che indica un probabile coinvolgimento del colosso e-commerce eBay con il mercato crypto.

Insomma, le notizie non mancano e nessuno sembra essere in grado di fermare bitcoin (BTC) e la sua ascesa attraverso gli asset digitali, almeno per il momento.

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.