Craig Wright accusa Binance e Tether di finanziare la schiavitù
Blockchain

Craig Wright accusa Binance e Tether di finanziare la schiavitù

By Marco Cavicchioli - 31 Mag 2019

Chevron down

Craig Wright ha dichiarato che il 30% dei fondi di Binance e Tether finanziano la prostituzione e la schiavitù femminile.  Infatti, durante una conferenza tenutasi a Toronto per promuovere il suo Bitcoin SV (BSV) ha accusato Bitcoin (BTC) di essere realmente usato solo per operazioni illegali.

Read this article in the English version here.

Un utente ha filmato e pubblicato su YouTube queste sue dichiarazioni:

“In questo momento BTC è ancora in uso per operazioni illegali come quelle di Binance, Bitfinex e Tether che finanziano operazioni illecite per pompare denaro, come viaggi di denaro illegali, uso illegale di contrabbando di persone. […] In questo momento il 30% dei fondi di Binance finanziano la prostituzione femminile, ed il 30% dei fondi di Binance e Tether finanziano la schiavitù femminile”.

Wright non ha citato alcuna fonte o prova a sostegno di queste gravissime accuse, che ad oggi vanno quindi considerate solamente come sue accuse personali nei confronti di Binance, Bitfinex e Tether.

Non bisogna infatti dimenticare che proprio l’exchange Binance qualche tempo fa per primo decise di delistare BSV, scatenando a cascata altre iniziative simili di altri exchange.

E, sebbene Bitfinex invece non abbia ancora delistato BSV, bisogna sottolineare però che le principali accuse mosse nell’ultimo periodo contro il settore crypto sono arrivate proprio a Bitfinex e Tether.

La replica del CEO di Binance, CZ, è stata:

“Attirare attenzione è probabilmente ciò che vuole … Ignoriamo cose stupide e concentriamoci sulle cose che contano”.

D’altronde queste accuse sono così prive di riscontro che oggettivamente non vanno considerate particolarmente serie: sembrano proprio per l’appunto solamente invenzioni atte ad attirare l’attenzione su Craig Wright, e sul suo progetto Bitcoin SV.

Inoltre, il cosiddetto “faketoshi” è noto per avere atteggiamenti e comportamenti appariscenti e plateali, come la registrazione del copyright del whitepaper di Satoshi Nakamoto, pertanto paradossalmente queste accuse infondate in realtà non stupiscono più di tanto.  

Tra l’altro proprio nei giorni scorsi il prezzo di BSV è salito molto, probabilmente grazie ad una vera e propria campagna di comunicazione, con molte sfaccettature diverse, che potrebbe anche suggerire l’esistenza di un efficace piano di marketing alle spalle di questa iniziativa.

È possibile che l’atteggiamento di Craig Wright faccia parte di questa strategia di comunicazione che, come suggerisce anche CZ, potrebbe fondamentalmente servire proprio ad attirare attenzione su di lui e su Bitcoin SV.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.