HomeCriptovaluteL'exchange svizzero SIX userà R3 per il trading di token ERC20

L’exchange svizzero SIX userà R3 per il trading di token ERC20

I token appartenenti a diverse blockchain pubbliche entreranno presto a fare parte dell’exchange svizzero SIX. Ciò che la società BlockState ha intenzione di fare, infatti, è di passare 6 token ERC20 da Ethereum a Corda, la piattaforma DLT sviluppata da R3.

“BlockState ha notato che gli exchange si stanno interessando a Corda e ha voluto cogliere la palla al balzo. Questo interesse avviene ad esempio attraverso SDX.”

SDX sta per Swiss Digital Exchange e fa parte di SIX, il primo exchange svizzero e il 13smo più grande al mondo. Prima della fine del 2019 verrà creata una versione speculare dei token volta ad eseguita direttamente su Corda.

Lo scopo di tutto ciò è quello di voler ampliare il mercato agli emittenti di security token. Inoltre, gli investitori istituzionali non vogliono doversi preoccupare di avere un wallet Ethereum. Possono affidarsi direttamente a SDX sfruttando il loro servizio custody.

Paul Claudius, CEO di Blockstate, ha dichiarato:

“Gli investitori al dettaglio non passeranno attraverso istituti finanziari regolamentati, in grado di occuparsi del servizio custody per i token erc20. Tuttavia è un ottimo servizio per gli istituzionali.”

Ethereum vs Corda di R3

Ethereum ed R3 si trovavano fino a poco tempo agli estremi sia come tecnologie che come idee di pensiero. Il primo è un sistema aperto a tutti, mentre Corda di R3 è stato progettato per rivolgersi alle banche.

Altri settori in cui BlockState ha dichiarato di voler puntare sono gli immobili e l’energia sostenibile. Per il momento i segni di cambiamento ci sono, gli sviluppatori hanno già iniziato da tempo iniziato a lavorare per creare diversi asset su Corda, studiando lo standard dei token ERC20.

Oltre a rilasciare i token su Corda, BlockState li sta registrando come security in Svizzera, paese noto per le agevolazioni fiscali e finanziarie.

“Le normative svizzere sono indipendenti dalla tecnologia. Poiché vi sono altre linee di pensiero, a loro non importa come gestisci il registro degli azioni, puoi farlo su un pezzo di carta o su un DLT.”

Stefano Cavalli
Stefano Cavallihttp://www.stefanocavalli.it
Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS