Bitcoin Cash: gli sviluppi di BCH nel 2019
Blockchain

Bitcoin Cash: gli sviluppi di BCH nel 2019

By Alfredo de Candia - 12 Set 2019

Chevron down

Durante la conferenza Bitcoin Cash City che si è tenuta qualche giorno fa a Townsville, in Australia, Gabriel Cadorna, direttore dei developer service di bitcoin.com ha parlato degli sviluppi di Bitcoin Cash (BCH) nel 2019, sottolineando i vari aspetti del progetto nonché i traguardi raggiunti dalla stessa.

Tra le novità da segnalare su Bitcoin Cash, pare anche entro la fine del 2019 arriveranno dei contratti futures per BCH.

David Shin, CEO di Bitcoin.com, infatti, ha detto a  Bloomberg che si sta iniziando a pensare a come listare dei derivati approvati dalla Commodity Futures Trading Commission (CFTC).

“Proveremo a listare un future di BCH su uno di questi exchange regolati dalla CFTC in modo da avere un prodotto che possa essere scambiato negli Stati Uniti dai trader istituzionali”.

L’obiettivo di BCH sarebbe anche quello di scalare la classifica per market cap “entro un anno. Per passare dal n. 4 al n. 3 o al n. 2, ci vuole più volume”.

Il discorso di Gabriele Cadorna

BCH nasce come metodo di pagamento peer to peer che vuole permettere di mandare qualsiasi quantitativo di denaro a qualsiasi persona nel mondo, senza barriere, senza vincoli ed in tempo brevissimo se paragonato ai metodi tradizionali. 

Il fork avvenuto nel 2017 ha portato a chiedersi quale fosse la vera natura di bitcoin che, soprattutto secondo il team di Bitcoin Cash è “Internet of money”, motivo per il quale BCH si propone di essere un metodo di pagamento. 

In realtà, Cadorna va anche oltre questa definizione, dicendo che bitcoin cash ha tutte le qualità per essere un metodo di pagamento, ma anche uno store of value, un indirizzo account e così via.

“Non si può esagerare su quanto sia potente e dirompente Bitcoin Cash. È smart money, resistente alla censura, denaro digitale per la nazione di internet. Questa è un’idea il cui tempo è arrivato e non si può battere un’idea il cui tempo è arrivato”.

Tokyo e Bangkok, sempre secondo quanto dichiarato da Cadorna, sono i Paesi con il tasso più alto di adozione di BCH come metodo di pagamento in quanto sempre più persone e commercianti utilizzano la crypto.

Cosa è successo a BCH nel 2019

Passaggio importante dello speech di Cadorna è stato quello rivolto anche alla possibilità di Bitcoin Cash di implementare gli smart contract e al fatto che da poco è possibile creare SLP (Simple Ledger Protocol), ovvero token basati sulla blockchain di BCH.

Non poteva mancare anche un passaggio sulla privacy e di come, in un mondo prettamente digitalizzato, la sicurezza sia sempre e costantemente messa a rischio.

“Crediamo che la privacy sia un diritto umano fondamentale e che la tecnologia digitale rafforzi la libertà individuale”.

Largo spazio è stato anche dedicato alla prima stablecoin basata sulla blockchain di BCH, Honestcoin (USDH), e di come grazie a loro si vedranno altri progetti simili nel corso del 2019.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.