Libra: i rappresentanti di Facebook incontrano le banche centrali
Criptovalute

Libra: i rappresentanti di Facebook incontrano le banche centrali

By Marco Cavicchioli - 16 Set 2019

Chevron down

I rappresentanti di 25 banche centrali incontreranno i vertici del progetto di Facebook relativo alla stablecoin Libra. 

Lo riferisce il Financial Times, che rivela anche che l’incontro avverrà oggi presso la Commissione per i Pagamenti e le Infrastrutture di Mercato (CPMI) della Banca dei Regolamenti Internazionali (BIS), a Basilea, in Svizzera. 

Il CPMI è composto da 28 banche, tra cui le banche centrali di USA (Federal Reserve Bank di New York), Cina (PBoC), eurozona (BCE), Giappone (BoJ), Gran Bretagna (Bank of England), Svizzera (Swiss National Bank), eccetera.  

Sarà la prima volta che i responsabili del progetto Libra incontreranno i rappresentanti delle banche centrali, sebbene in passato vi siano già stati dei contatti ma solamente con singole banche. 

L’incontro di oggi invece vedrà raccolti insieme i rappresentanti delle principali banche centrali del mondo, quindi avrà di sicuro un’importanza di gran lunga maggiore rispetto a quelli già avvenuti in passato. 

Uno dei rappresentanti che parteciperà al progetto, il dirigente BCE Benoit Coeure, ha affermato che il livello per ottenere l’approvazione normativa da parte Libra sarà molto elevato, pertanto questi incontri sono necessari per far sì che le parti trovino un eventuale accordo che consenta al progetto di poter procedere nel pieno rispetto di tutte le normative vigenti.  

È probabile che l’incontro avvenga in un clima non particolarmente favorevole a Libra. 

Innanzitutto la BIS è sempre stata molto critica in generale nei confronti delle criptovalute, inoltre recentemente alcuni esponenti politici di Francia e Germania hanno dichiarato di essere contrari allo sviluppo del progetto nell’Unione Europea. 

Anche la Cina sembra voler contrastare il progetto, pertanto gli oppositori sembrano un gruppo ben nutrito. 

Più favorevole al progetto sembra essere il clima svizzero, dove tra l’altro avverrà l’incontro, ma il potere della banca centrale svizzera in questa assise potrebbe rivelarsi marginale. 

Anche il nuovo corso della banca centrale europea, che inizierà a novembre con l’insediamento del nuovo governatore, potrebbe rivelarsi favorevole a Libra, o comunque non particolarmente ostile, ma questo potrebbe non bastare per ottenere il via libera. 

Infatti, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha già fatto sapere che non procederanno senza il via libera, quindi questi incontri sono fondamentali per il futuro del progetto, visto che dovranno convincere i regolatori dei mercati monetari ad approvarlo. 

Il lancio della stablecoin sul mercato sarebbe previsto per la seconda metà dell’anno prossimo, pertanto in teoria dovrebbe esserci tutto il tempo per poter verificare con i regolatori stessi la validità del progetto, ed il rispetto delle normative, onde poter ottenere l’approvazione definitiva e lanciarlo finalmente sul mercato.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.