Binance US apre il trading. Presenti 7 criptovalute tra cui BNB
Criptovalute

Binance US apre il trading. Presenti 7 criptovalute tra cui BNB

By Stefano Cavalli - 23 Set 2019

Chevron down

Domani, 24 settembre 2019, Binance US darà il via al trading sulla propria piattaforma e inizialmente saranno supportate 7 diverse criptovalute. Per la gioia dei BNB holder, il token sarà negoziabile sin dall’inizio.

Binance US è un’entità completamente separata da Binance. Il mercato americano richiede standard, norme e regolamentazione del tutto differenti dagli altri Paesi nel mondo. Per questo motivo si tratta di una piattaforma unica nel suo genere anche se prende il nome dall’omonimo exchange Binance.com.

Binance è sicuramente la piattaforma più attiva in ambito crypto. Solo nelle ultime settimane è stato annunciato il mercato dei futures, che servirà sicuramente a dare una spinta in più a tutto il settore. Poi è stata la volta di Venus, il progetto che punta a fare da concorrente alla criptovaluta di Facebook, Libra.

Catherine Coley, CEO di Binance US ha affermato:

“Binance.US è stato creato su misura per gli americani. Siamo entusiasti di averlo sviluppato per un mercato così distintivo come quello americano, poiché miriamo ad educare tutta la community americana sul tema crypto.”

Binance concede la licenza di trading a Binance US tuttavia, con il passare del tempo, Binance US sarà in grado di espandere le proprie radici all’interno degli USA e diventerà una sede centrale molto importante.

“Attraverso la nostra partnership con Binance, lavoreremo assieme per portare la loro piattaforma, con una tecnologia commerciale senza eguali, negli Stati Uniti e supportando l’espansione di un marchio che è già ampiamente conosciuto a livello mondiale.”

Le criptovalute attualmente supportate all’interno della piattaforma sono:

  • Bitcoin (BTC);
  • Ethereum (ETH);
  • Ripple (XRP);
  • Bitcoin Cash (BCH);
  • Litecoin (LTC);
  • Tether (USDT);
  • BNB token.

Mentre saranno aperti i depositi per altri asset:

  • Cardano (ADA);
  • Basic Attention Token (BAT);
  • Ethereum Classic (ETC);
  • Stellar Lumens (XLM);
  • 0x (ZRX).

Non solo tante crypto e l’inclusione di BNB token, notizia che tutti quanti stavano aspettando con ansia, ma c’è anche un altra importante novità: il trading sarà gratuito e dunque privo di fee fino al 1 novembre 2019. Questa scelta è sicuramente incentivante, specialmente per quei trader che sono intenzionati a muovere cifre significative.

Insieme a questo vantaggio vi sarà anche la possibilità di ricevere 15 $, attraverso l’apposito programma di affiliazione, per ogni iscritto alla piattaforma che sia in grado di depositare almeno 100 $.

Binance US ha come scopo quello di voler includere sempre più criptovalute all’interno del proprio marketplace, tuttavia gli Stati Uniti richiedono normative particolari e questa operazione non risulta di certo banale. L’exchange sta già pensando ad altre crypto che saranno in grado di soddisfare gli standard americani basati sul Digital Asset Risk Assessment Framework di Binance:

  • Cosmos (ATOM)
  • Dash (DASH)
  • EOS (EOS)
  • Holochain (HOT)
  • IOTA (MIOTA)
  • Chainlink (LINK)
  • Loom Network (LOOM)
  • Decentraland (MANA)
  • Nano (NANO)
  • NEO (NEO)
  • Paxos Standard (PAX)
  • Augur (REP)
  • Ravencoin (RVN)
  • TrueUSD (TUSD)
  • USD Coin (USDC)
  • VeChain (VET)
  • Waves (WAVES)
  • Zilliqa (ZIL)

Recentemente, Binance si è mosso nel verso giusto con importanti novità e annunci: le nuove IEO con una diversa tipologia di lottery e l’arrivo di Binance Lending, un servizio che permette il prestito di criptovalute in cambio di un rendimento passivo indipendente dall’andamento del mercato delle criptovalute. L’introduzione dell’ordine OCO (one cancels others) per i trader più esperti ed esigenti e il lancio della propria stablecoin: BUSD.

L’exchange conferma, inoltre, che sempre più persone sono interessate a questo settore e che l’adozione continua ad aumentare. A dimostrazione di tale fatto vi sono i meetup di Binance sempre sold-out, ne è un esempio l’ultimo meeting portato a termine in collaborazione con Eidoo a Milano che ha registrato numeri da record.

“Binance ha fatto passi da gigante a livello globale per l’adozione delle crypto. Grazie a questa partnership crediamo che Binance US aprirà una nuova strada verso l’America, promuovendo casi d’uso tangibili sia per la tecnologia blockchain che per le criptovalute stesse.”

ha affermato il CEO di Binance, Changpeng Zhao.

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.