Terrabitcoin: quasi sold out l’evento di Lugano
Blockchain

Terrabitcoin: quasi sold out l’evento di Lugano

By Marco Cavicchioli - 15 Ott 2019

Chevron down

L’evento di presentazione del progetto Terrabitcoin, che si terrà il 24 ottobre a Lugano, è quasi sold out. 

Le prenotazioni sono già più delle 150 previste in un primo momento, e per questo gli organizzatori invitano chi volesse partecipare ad iscriversi sul sito ufficiale terrabitcoin.club prima che le prenotazioni vengano chiuse. La partecipazione all’evento è gratuita per tutti, ma necessita dell’iscrizione sul sito. 

Paolo Barrai descrive questo progetto dicendo: 

“Terrabitcoin è un mondo uguale a quello di oggi, ma in cui la valuta fiat non è utilizzata perché rappresenta un debito che non verrà mai pagato”. 

Infatti, il progetto Terrabitcoin si prepara a un mondo dove bitcoin e tutte le blockchain esistenti siano le nuove infrastrutture per  supportare l’economia reale: non solamente l’utilizzo delle criptovalute come monete di scambio, ma anche token che rappresentano beni reali, come commodity, security token, real estate token, eccetera. 

Il sistema monetario attuale, basato sulle valute fiat, è malato e per ora non si intravvede all’orizzonte una via di uscita semplice ed indolore, debiti sempre più grandi e insostenibili, guerra fra le valute, crescita economica anemica, nessuna redistribuzione della ricchezza.

Tuttavia le valute fiat ormai non sono le uniche esistenti al mondo, perché anche in campo monetario finalmente è stato possibile innovare grazie alle tecnologie P2P decentralizzate, come bitcoin. 

Sebbene differenti, le criptovalute offrono un’alternativa alle valute fiat, tanto che lo stesso nuovo Governatore della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde, non ha potuto esimersi dall’aprire a queste nuove tecnologie

In questo scenario, il progetto Terrabitcoin dichiara di voler anticipare i tempi, immaginando la creazione di nuovo denaro, supportato dall’economia reale o da beni reali, come ad esempio l’oro, e non più al debito. 

Viene letteralmente immaginato un futuro in cui fluirà sul mercato una nuova massa monetaria benigna, in contrapposizione al cancro di cui soffre il vecchio sistema monetario, incapace di far crescere il sistema e di ridistribuire la ricchezza. 

Così, gli ideatori del progetto Terrabitcoin ritengono che il denaro fiat ed il debito saranno i nuovi  perdenti, mentre il nuovo sistema basato invece su monete supportate da asset reali, che utilizzano come infrastruttura di scambio le varie blockchain, prevarrà. 

Bitcoin è la blockchain principale, il progetto da cui questa rivoluzione ha avuto inizio ed il punto di riferimento di questi nuovi asset: è per questo che Terrabitcoin ha deciso di prenderne in prestito il nome, in modo da esprimere il concetto di un pianeta Terra liberato dalle valute fiat e dominato dalle criptovalute, dai token e dalle infrastrutture basate su blockchain.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.