Cosa considerare prima di investire in progetti blockchain
Cosa considerare prima di investire in progetti blockchain
Blockchain

Cosa considerare prima di investire in progetti blockchain

By Aimee Laurence - 30 Nov 2019

Chevron down
Ascolta qui
download

La blockchain è una delle tecnologie più recenti per quanto riguarda gli investimenti. È aperta al grande pubblico, il che significa che è anche più facilmente accessibile a investitori meno sofisticati e non accreditati. Ma, purtroppo, a volte alcuni progetti sono semplicemente truffe, mentre altri offrono informazioni fuorvianti o addirittura false. Dunque, cosa bisogna sapere prima di decidere se investire o meno? Ecco cinque domande chiave da porsi durante una ricerca su un potenziale investimento in un progetto blockchain.

Di che progetto si tratta e che problematica reale risolve?

Innanzitutto, è necessario chiedersi se il progetto offra un servizio o un prodotto unico. Il progetto/servizio è effettivamente idoneo alla tecnologia blockchain? Come si presenta lo storico e le previsioni di vendita?

Una ricerca della China Academy of Information and Communications Technology (CAICT) nel 2018 ha sostenuto che i progetti blockchain hanno una durata media di vita approssimativa di 1,22 anni. La stessa ricerca sostiene inoltre che il 92% degli oltre 80.000 progetti blockchain lanciati sia fallito.  

È necessario chiedersi quali sono i problemi del mondo reale che la blockchain mira a risolvere. Il progetto in cui state pensando di investire è realmente in grado di offrire una soluzione a questo problema nel mondo reale? Se il progetto specifico può risolvere un problema che prima era irrisolvibile, utilizzando la DLT, allora è probabile che sarà molto richiesto. In tal caso, quindi, si tratta di un investimento interessante.

Esiste un prodotto funzionante?

Nel caso di molti progetti blockchain, un vero e proprio prodotto o servizio funzionante è ancora in fase di sviluppo. Possono trascorrere mesi o addirittura anni prima che il prodotto sia pronto e funzionante. In questo lasso di tempo, tuttavia, possono accadere molte cose. Ciò significa che c’è molta incertezza e, in ultima analisi, molti rischi, prima che il prodotto/servizio sia completato.

“I progetti blockchain che hanno già completato le fasi di sviluppo alpha e/o beta, o che hanno un prodotto funzionante, tendono a fornire maggiore certezza. Avendo raggiunto questa fase, un progetto offre maggiori garanzie di legittimità e di successo futuro”, spiega Adam Eli, uno scrittore tech presso UKWritings e Essayroo

Quale piattaforma d’investimento è utilizzata?

La blockchain può essere esposta a rischi aggiuntivi a causa della propria natura decentralizzata e per lo più non regolamentata. È responsabilità dell’azienda garantire che l’exchange utilizzato sia sicuro per gli investitori, ma anche la ricerca personale può essere d’aiuto. 

Se l’azienda decide di fare una IEO, è opportuno fare qualche ricerca sull’exchange che utilizzerà. OKEx, Binance e Bitfinex sono considerate tra le migliori piattaforme di scambio, secondo i dati ROI (Return on Investment) di CoinMarketCap.

Chi è coinvolto nel progetto/azienda?

Occorre considerare se il personale coinvolto nel progetto è composto da esperti e competenti professionisti del settore tecnologico. Hanno una comprovata esperienza di sviluppo blockchain? Hanno esperienza bancaria? Quali sono le loro credenziali di marketing? Hanno precedenti esperienze dimostrabili relative al progetto? Sono ben noti nei rispettivi settori industriali?

“È importante per un team avere una solida presenza online e sui social media. Verificate se il team fornisce aggiornamenti regolari sullo sviluppo del progetto, comprese eventuali partnership in fase di formazione”, afferma Phil Hutchinson, giornalista di Boomessays and Revieweal

Un progetto serio cercherà di creare partnership di lavoro con aziende più consolidate. Questo aiuta a sottolineare la trasparenza del progetto e contribuisce a migliorare la professionalità e la reputazione dell’azienda.

L’azienda offre token basati su beni o utilità?

Investendo nell’azienda/progetto, vi verranno offerti token da utilizzare all’interno dell’azienda. Gli utility token offrono un servizio/prodotto legato all’azienda. Il valore di questi token varia a seconda delle prestazioni dell’azienda, della reputazione e della percezione del pubblico in generale. 

I token basati sugli asset, invece, sono supportati da asset reali. Sono conosciuti come security token e sono regolamentati in Paesi come gli Stati Uniti. Acquistando un token, si ha diritto a un bene di proprietà dell’azienda. 

In questo modo, sono un ibrido: riuniscono la natura libera e decentralizzata della blockchain (e le crypto) con i security token centralizzati e moderatamente regolamentati. La più ampia regolamentazione di questi token comporta una minore probabilità che si tratti di una truffa.  

 

Avatar
Aimee Laurence

Aimee Laurence è una giornalista che si occupa di tecnologia e blockchain. E' l'editor freelancer del portale Urgent Assignment Help e scrive sempre contributi per diverse riviste che si occupano di tecnologia, tra cui Dissertation Writing Service e Speech Writing Service.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.