banner
Bitcoin oggi torna su come regalo di Natale
Bitcoin oggi torna su come regalo di Natale
Trading

Bitcoin oggi torna su come regalo di Natale

By Federico Izzi - 23 Dic 2019

Chevron down

La settimana apre con un deciso passo rialzista che viene sostenuto con un buon movimento del Bitcoin con il prezzo che anche oggi va su e trascina gran parte del settore in territorio positivo. 

È Bitcoin che traina il rialzo mettendo a segno la migliore salita delle prime 20 sfiorando il +5%. È un andamento che fa tornare il saldo positivo in ottica settimanale, cosa che invece non accade per altri criptovalute, oggi in rialzo, come Ethereum che sale del 2% oggi e Ripple che guadagna l’1%. 

Fonte: COIN360.com

Anche altre big non riescono a risalire la china su base settimanale. ETH e XRP dai livelli di lunedì scorso segnano una perdita del 6%. 

In un’ottica generale, meglio del Bitcoin tra le big fanno solo Crypto.com Coin (CRO) che occupa la 24° posizione e mette a segno uno dei tre maggiori rialzi di giornata con +9%. Fa meglio Bytecoin (BCN), l’unica a doppia cifra tra le prime 100 con un +13%.

Crypto.com fa parte del settore DeFi e trascina altri token del sistema come Nexo (NEXO), DigixDao (DGX), Chainlink (LINK), tutte in salita su base giornaliera del +5%. 

Il settore DeFi in queste ore vede aggiornare il record con oltre 2.937 ETH bloccati sulle dApp DeFi con un controvalore molto vicino ai massimi storici assoluti di 684 milioni di dollari. Il massimo assoluto è pari a 687 milioni registrato il 30 novembre ma con prezzi di Ethereum ben superiori a quelli attuali di circa il 15%. È un record che evidenzia che il settore DeFi nonostante le difficoltà di queste ultime settimane è in netta crescita. 

C’è da far notare tra le big la debolezza di Stellar (XLM). Dopo aver perso la 10° posizione nei giorni scorsi conquistata da Tezos, con il ribasso delle ultime ore Stellar scende in 12° posizione a vantaggio di Tron (TRX). Stellar perde il 2%, Tron guadagna il 2,5% scavalcando Stellar in 11° posizione con un market cap che si differenzia di 50 milioni di dollari. 

Questi rialzi di oggi e del weekend fanno risalire il market cap a 200 miliardi di dollari dopo aver visto segnare nei giorni scorsi il livello più basso dal maggio scorso a 175 miliardi di dollari. 

Tornano a farsi rivedere i volumi con scambi che dopo aver essere stati nei giorni scorsi a poco meno di 50 miliardi di dollari giornalieri, in queste ore, nonostante le giornate semifestive e del weekend, superano i 75 miliardi di dollari, con una salita di circa il 30%. 

La dominance di Bitcoin, continua a salire e ad arrivare al 69% a un passo dal record degli ultimi due anni toccato lo scorso settembre quando superò di poco il 70%. Oggi BTC è di nuovo a un passo dal record del 70% registrato a marzo 2017. 

Ciò a discapito di Ethereum e Ripple con ETH che scende al 7,2%, livelli più bassi da marzo 2017 mentre Ripple sfiora il 4,3%, livelli che non registrava da dicembre 2017.

Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC) torna su

La rottura della trendline dinamica avvenuta venerdì tra i 7.050 e 7.100 dollari viene confermata dal rialzo che in queste ore riporta i prezzi di BTC ai livelli di inizio dicembre, a 7.600 dollari. Non è il picco di dicembre, che è a 7.900 dollari, ma per Bitcoin sarebbe un segnale forte e di inversione di medio periodo se i prezzi risalissero sopra questo valore di resistenza statico che per ben due volte negli ultimi due mesi ha respinto gli attacchi rialzisti. 

La terza volta potrebbe essere decisiva ma per superare questo livello serviranno i volumi, che sono tornati di nuovo dopo aver segnato picchi in settimana in fase ribassista. 

Se ciò fosse confermato Bitcoin inizierebbe a dare segnali di una possibile inversione di medio periodo. Con il rialzo di oggi Bitcoin recupera il 18% del proprio valore dai minimi di mercoledì scorso a 6.500 dollari, i prezzi più bassi da maggio. 

Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum dopo aver affondato la scorsa settimana con prezzi che sono andati a toccare i 117 dollari, livelli che non vedeva da inizio febbraio, prova a riconquistare la soglia tecnica e psicologica dei 135 dollari.

Un segnale importante arriverebbe nei prossimi giorni se i prezzi si spingessero oltre quota 150 dollari. Sarebbe un segnale in grado di dare indicazioni tecniche importanti. Un ribasso sotto i 120 dollari continuerebbe a dare un segnale di debolezza, oramai presente dallo scorso fine giugno e che ad oggi vede i prezzi di ETH perdere oltre il 65% del proprio valore. 

Grafico XRP by Tradingview

Ripple (XRP) 

Ripple rimane in una più evidente fase ribassista che mercoledì scorso ha fatto segnare i minimi più bassi degli ultimi due anni. Ripple prova a rimbalzare sopra quota 19 centesimi di dollari. XRP dovrà riprendere al più presto i 21 centesimi per iniziare a formare una figura di inversione nel breve e medio periodo.

Un mancato recupero dei 21 centesimi non darebbe nessun segnale di inversione. Un affondo sotto i 18 centesimi continuerebbe a vedere Ripple in un contesto di chiara debolezza con possibilità di andare ad aggiornare ulteriormente i minimi annuali. 

XRP da inizio anno è tra le peggiori delle big, insieme a Stellar, perdendo oltre il 49% del proprio valore. Stellar fa ancora peggio e perde il 60%.

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.