Rilasciato il nuovo framework per le CBDC basate su DLT
Rilasciato il nuovo framework per le CBDC basate su DLT
Blockchain

Rilasciato il nuovo framework per le CBDC basate su DLT

By Marco Cavicchioli - 23 Gen 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Il World Economic Forum, ora in corso a Davos, in Svizzera, ha lanciato l’idea di un nuovo framework per le valute digitali delle banche centrali (CBDC). 

L’idea è nata in collaborazione con oltre 40 banche centrali, organizzazioni internazionali, ricercatori accademici e istituzioni finanziarie che volevano creare un quadro per aiutare le stesse banche centrali a valutare, progettare e implementare le CBDC

Secondo il World Economic Forum, infatti, molte banche centrali stanno già esplorando la tecnologia dei registri distribuiti (DLT) per integrarla all’interno dei loro sistemi finanziari, ma in modo indipendente e non organizzato. 

Invece, la piattaforma condivisa del Forum mira a semplificare e migliorare questi sforzi coordinando la condivisione delle ricerche e la collaborazione tra le banche centrali, in modo da poter sviluppare una base di conoscenze comuni per guidare le decisioni e le implementazioni delle CBDC.  

Inoltre, il Forum sostiene che le DLT abbiano il potenziale per migliorare l’efficienza, l’inclusione finanziaria, la resilienza e la sicurezza dei sistemi finanziari, sebbene la loro adozione possa anche comportare dei rischi significativi per la stabilità finanziaria su scala nazionale ed internazionale.

Le stesse banche centrali hanno anche alcune difficoltà oggettive a seguire da vicino gli sviluppi in rapida evoluzione in questo campo in modo da poterne comprendere appieno le implicazioni reali, le potenzialità ed i rischi ed è per questo che il Forum ha messo insieme una comunità di tecnologi delle banche centrali di diversi paesi per coordinare questi sforzi. 

L’obiettivo era quello di elaborare un framework per la governance delle CBDC in modo da implementare le DLT in casi d’uso comprovati ed in modo efficace, sicuro, responsabile ed inclusivo. 

Questo framework è il CBDC Policy-Maker Toolkit, pubblicato ieri sul sito ufficiale del World Economic Forum, e che fornisce indicazioni e informazioni di alto livello per le CBDC ibride. 

Il Toolkit è rivolto ai responsabili delle politiche in materia di valute digitali delle banche centrali e vuole essere una guida che fornisce informazioni complete e attente in particolare sui rischi derivanti da eventuali decisioni in questo senso. 

Il documento, un PDF da 28 pagine, funge da possibile framework per garantire che qualsiasi implementazione di una CBDC tenga pienamente conto dei costi e dei potenziali benefici, valutando sia i rischi che le diverse strategie di implementazione e governance. 

Sebbene non sia esaustivo, intende servire da complemento di ulteriori ricerche che qualsiasi decisore politico dovrebbe comunque condurre.

Il Toolkit guida gli utenti attraverso il processo di valutazione di una CBDC, con descrizioni per ogni fase del processo. 

La Central Bank of Uruguay e la Bank of Thailand stanno già utilizzando il Toolkit nei loro processi di valutazione delle CBDC, mentre la National Bank of Cambodia sta già ipotizzando di testare una sua CBDC per il proprio sistema di pagamenti nazionale. 

Anche la Banca centrale cinese, e la Banca centrale dei Caraibi si stanno muovendo in questa direzione. 

L’Head of Blockchain and Distributed Ledger Technology del World Economic Forum, Sheila Warren, ha dichiarato: 

“Dati i ruoli critici che le banche centrali svolgono nell’economia globale, qualsiasi implementazione di valuta digitale da parte della banca centrale, anche potenzialmente con tecnologia blockchain, avrà un profondo impatto a livello nazionale e internazionale. È indispensabile che le banche centrali procedano con cautela, con una rigorosa analisi delle opportunità e delle sfide poste. Il toolkit può servire da trampolino di lancio mentre le banche centrali progrediscono con le loro indagini e lo sviluppo delle CBDC. La complessità dell’implementazione del CBDC è notevole e le implicazioni sono di vasta portata. Di conseguenza, i responsabili politici possono trovarsi in acque inesplorate quando tentano di valutare i potenziali benefici e compromessi”. 

Il Project Lead, Ashley Lannquist, ha aggiunto: 

“Abbiamo lavorato con quasi una dozzina di banche centrali, nonché importanti economisti e leader del settore finanziario per creare un approccio comune per la valutazione e la progettazione di CBDC in tutto il mondo. Il toolkit è il primo del suo genere a fornire un breve riassunto delle questioni chiave per i responsabili politici che considerano il CBDC general-purpose o wholesale”. 

Anche un paio di governatori di banche centrali si sono espressi a riguardo. 

Ad esempio il Governatore della Bank of Thailand, Veerathai Santiprabhob, ha dichiarato: 

“La Bank of Thailand ha fatto buoni progressi su un progetto CBDC wholesale, chiamato Project Inthanon. In base alla nostra esperienza, dobbiamo identificare i compromessi tra i vantaggi derivanti dai casi d’uso e i rischi associati a diverse dimensioni. È qui che il Policymaker Toolkit potrebbe utilmente fornire un framework attuabile per la distribuzione della CBDC”. 

Il Governatore della Banca centrale del Bahrain, al Maraj, ha aggiunto: 

“Sperimenteremo  il nuovo toolkit sviluppato dal World Economic Forum. Speriamo che sarà un’opportunità per imparare, crescere e adattarsi ai cambiamenti della Quarta Rivoluzione Industriale”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.