Lettera aperta di Binance a YouTube
Lettera aperta di Binance a YouTube
Blockchain

Lettera aperta di Binance a YouTube

By Marco Cavicchioli - 21 Feb 2020

Chevron down

Binance ha pubblicato una lettera aperta indirizzata a YouTube ed alla sua community per mettere in guardia dal grave problema dell’hackeraggio dei canali. 

Infatti, da qualche tempo a questa parte c’è un grave problema sulla più importante piattaforma di video online del mondo, che rischia non solo di penalizzare gli youtuber, ma soprattutto di favorire le truffe ai danni degli spettatori. 

Come dice Binance nella lettera aperta, diversi canali YouTube vengono “rubati” ai loro proprietari sfruttando tecniche di phishing ed una vulnerabilità del browser che consente agli hacker di prendere possesso esclusivo della gestione del canale. 

Una volta appropriatosi del canale, l’hacker a volte si limita a chiedere allo youtuber un riscatto in criptovalute per poi restituirglielo, ma in altri casi va ben oltre. 

Spesso, infatti, soprattutto se il canale ha molti iscritti, viene rinominato con nomi che si spacciano per importanti brand del settore, tra cui proprio Binance, Binance Academy, Ethereum, o brand di altri exchange e ci viene pubblicato un video, spesso in diretta che offre regali in criptovalute. 

A tal proposito Binance dice: 

“Queste sono truffe. E stanno danneggiando il nostro settore. Binance Academy è una piattaforma educativa senza fini di lucro che fornisce contenuti educativi gratuiti ai nuovi arrivati ​​nell’ecosistema crittografico e blockchain. Con il recente assalto degli hacker di YouTube, ora siamo stati falsamente accusati di dirottare maliziosamente account di creativi e truffare i loro follower”. 

In questi veri e propri tentativi di truffa, i brand coinvolti in realtà non c’entrano nulla: viene solamente sfruttato il loro nome dai criminali responsabili di queste azioni per rendere più credibile il loro tentativo di truffa. 

Il problema è che solo YouTube, e cioè Google, può intervenire per arginare o impedire questi tentativi di truffa, e visto che questi proliferano sarebbe utile se riuscissero a farlo al più presto. 

Binance aggiunge: 

“Gli hacker stanno infrangendo diverse norme della community di YouTube, tra cui il furto di identità, il copyright e le truffe. Sfortunatamente, in questo momento, sembra che YouTube stia faticando per tenere il passo con queste tecniche criminali in rapida evoluzione. YouTube ha implementato algoritmi complessi per impedire che ciò accada, ma è impossibile contrastare in modo esaustivo”. 

Infine, l’exchange propone una vera e propria azione di massa, invitando tutti ad inviare una lettera di protesta a YouTube con tanto di indirizzo fisico, o numero di fax a cui spedirla. 

In alternativa suggerisce di contattare il team di YouTube su Twitter o per i creator di contattare il loro servizio di supporto. 

Stando alla quantità di canali che vengono hackerati in questo modo per propinare ad ignari spettatori delle banali truffe, il problema ad oggi sembra grave. Inoltre, il fatto che per ora sembri non esserci un rimedio efficace fa pensare che non sia in fase di soluzione.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.