La blockchain spiegata dai Simpson
La blockchain spiegata dai Simpson
Blockchain

La blockchain spiegata dai Simpson

By Alfredo de Candia - 24 Feb 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

La blockchain ha invaso anche  la tv dei più piccoli: stiamo parlando della longeva serie televisiva animata dei Simpson, la cui ultima puntata, intitolata Frinkcoin (stagione 31, episodio 13) è andata in onda di recente parlando proprio di blockchain.

Nella puntata Lisa deve scrivere un tema riguardo alla persona più interessante che conosca e, contro ogni pronostico, la bambina più famosa della tv sceglie il professor Frink, che nel frattempo ha sviluppato una crypto chiamata Frinkcoin.

La spiegazione della blockchain e delle crypto viene fatta in un video all’interno della puntata da Jim Parsons, più famoso come Sheldon Cooper della serie The Big Bang Theory, che velocemente spiega le basi della tecnologia.

Interessante notare come all’interno del video della spiegazione riguardo la blockchain e le crypto venga fatto riferimento anche al creatore di Bitcoin, Satoshi Nakamoto, anche se in tutto il video non viene mai pronunciato il nome di nessuna crypto. Ovviamente non poteva mancare anche una battuta sulla reale identità di Satoshi.

Questo è quanto spiegato nella puntata dei Simpson:

“La criptovaluta è un sistema che non si basa su un’autorità centrale senza criptovaluta, ma si basa invece su un consenso non centralizzato relativo al possesso della criptovaluta. L’uso della parola “criptovaluta” ripetutamente mentre si definisce la criptovaluta lascia intendere che abbiamo una comprensione della criptovaluta inesperta. Bene, questo è un mucchio totale di criptovaluta. In questo sistema, vengono definite regole per la creazione di unità aggiuntive di criptovaluta. Possono essere generate da monete tradizionali come fiat o semplicemente distribuite in modo casuale o tutte date a LeBron. Ma per qualche ragione costoro sono davvero appassionati di computer. Perciò abbiamo grandi edifici pieni di computer con aria condizionata che divorano energia e risolvono inutili problemi matematici. Ma non possiamo avere delle cannucce?! Inoltre sappiamo chi è Satoshi, ma non lo diciamo”.

Il messaggio è molto chiaro anche perché viene detto inequivocabilmente che le crypto sostituiranno i contanti nella vita di tutti i giorni, ottenendo una lenta ma inesorabile vittoria.

Bitcoin e Simpson

Non è la prima volta che troviamo chiari riferimenti alle crypto, ed in particolar modo a bitcoin, all’interno di episodi dei Simpson. 

Già nel 2014, bitcoin veniva citato in riferimento alla perdita del suo valore dovuto alla sua volatilità.

Oltre ai Simpson, anche i Griffin – nella stagione 14, episodio 11 – citavano bitcoin come risposta data da Peter a Lois in merito a come evitare perdite sui risparmi in banca.

Anche se siamo in presenza di una serie animata, questo rappresenta un ulteriore passo verso l’informazione su larga scala in tema di tecnologia blockchain.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.