banner
La Croce Rossa lancia una raccolta fondi in Bitcoin per l’emergenza coronavirus
La Croce Rossa lancia una raccolta fondi in Bitcoin per l’emergenza coronavirus
Criptovalute

La Croce Rossa lancia una raccolta fondi in Bitcoin per l’emergenza coronavirus

By Amelia Tomasicchio - 13 Mar 2020

Chevron down

La Croce Rossa italiana ha lanciato una raccolta di fondi accettando bitcoin per l’emergenza del Coronavirus. La campagna, lanciata grazie a Helperbit, servirà per comprare un setup di un Posto Medico Avanzato di secondo livello per pre-triage COVID-19.

Guido Baroncini Turricchia, CEO di Helperbit, ha dichiarato:

“La situazione del Sistema Sanitario Nazionale è drammatica e le previsioni per le prossime settimane vedono un sovraccarico delle strutture ospedaliere. Il progetto del Comitato CRI Colli Albani va nella direzione di alleggerire, nel suo piccolo, il sovraccarico al quale sono e saranno sottoposti i pronto soccorso. Siamo quindi contenti di poter contribuire a questa campagna, dando la possibilità anche alla comunità crypto italiana e internazionale di far sentire la propria presenza.”

Il costo di questa attrezzatura è di circa 10.000 € ed un’eventuale eccedenza verrà utilizzata per provvedere alla fornitura di Dispositivi di Protezione Individuale.

Il Presidente del Comitato CRI Colli Albani, Bruno Pietrosanti, sostiene: 

“Abbiamo bisogno di alleggerire la pressione nei ricoveri, visto l’aumento di contagiati e il ridotto numero di posti disponibili all’interno delle strutture ospedaliere. Riteniamo che utilizzare un innovativo strumento di raccolta fondi possa aiutarci a reperire le risorse economiche necessarie, più difficile da ottenere in questo momento storico.”

La raccolta fondi è supportata da Young S.r.l., startup fintech che opera nel settore delle criptovalute da sempre pronta a supportare iniziative al servizio della comunità, e da Blockchain Education Network Italia, associazione no-profit nata nel 2014 che si occupa della divulgazione su Bitcoin e blockchain in tutta Italia.

Il CEO di Young, Andrea Ferrero, ha commentato: 

“Credo fortemente che la tecnologia blockchain risulti più efficace e trasparente per supportare questo tipo di iniziative. Young è una società che si pone come obiettivo quello di creare o sfruttare modelli innovativi per migliorare procedure esistenti e saremo sempre in prima linea nel predisporre progettualità come quella che stiamo adottando per la Croce Rossa.”

Emiliano Palermo di Blockchain Education Network Italia, ha spiegato:

“Durante questi giorni di emergenza ho visto nascere molte campagne di solidarietà, una dopo l’altra. Finalmente anche come Blockchain Education Network Italia scendiamo in campo durante questa emergenza insieme ad Helperbit per la trasparenza nelle donazioni.”

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.