La domanda di stablecoin aumenta per il Covid-19
La domanda di stablecoin aumenta per il Covid-19
Stable Coin

La domanda di stablecoin aumenta per il Covid-19

By Marco Cavicchioli - 16 Mar 2020

Chevron down

Sembra che l’emergenza dovuta al Coronavirus – Covid-19 – stia facendo incrementare la domanda di stablecoin. 

Lo rivela Jeremy Allaire, co-fondatore e CEO di Circle, ovvero la società che emette USDC insieme a Coinbase, che in un tweet ha scritto: 

“USDC in forte aumento di domanda di mercato negli ultimi giorni, raggiungendo un nuovo ATH a $ 568 milioni in circolazione. Affascinante vedere la “fuga verso la sicurezza” nel mercato crypto, ma anche richiedere liquidità in USD di alta qualità per i mercati”. 

Allaire aggiunge anche che è gratificante vedere che questa infrastruttura monetaria completamente nuova, interamente digitale e basata su blockchain, stia funzionando, nonostante non sia per nulla eccitante vedere i mercati crollare. 

Inoltre, sostiene che la domanda dei crypto-dollari potrebbe ancora aumentare in modo significativo, perché persone ed aziende vogliono un’architettura digitale, veloce, globale, sicura ed economica per inviare e ricevere pagamenti con meno rischi di controparte e maggiore sicurezza. 

Infine, Allaire fa notare che, dopo la pandemia potrebbe emergere per le aziende la necessità di fare affidamento su infrastrutture decentralizzate e trustless con dollari programmabili (tramite smart contract) e catene pubbliche. 

Sicuramente questo momento così difficile a livello sociale e sanitario non è lo scenario migliore per festeggiare traguardi professionali, ma quello che sottolinea Allaire non può passare inosservato. 

Tuttavia, questo incremento della domanda di mercato non riguarda tutte le stablecoin ancorate al dollaro americano. Sicuramente riguarda Tether (USDT), che è di gran lunga la stablecoin con la più ampia capitalizzazione di mercato, per la quale così come per USDC si sta registrando in questi giorni un aumento della domanda. 

Come si comportano le altre stablecoin?

Già per quanto riguarda Paxos Standard (PAX), ovvero la terza stablecoin ancorata al dollaro per capitalizzazione di mercato, si sta verificando un aumento della domanda, ma molto simile a quello che si era già verificato a metà febbraio. In seguito, infatti, la capitalizzazione è scesa per poi risalire solo negli ultimi giorni. 

Per USDT e USDC negli ultimi giorni si sono fatti registrare i picchi massimi di sempre per capitalizzazione di mercato. 

Anche TrueUSD (TUSD), ovvero la quarta, era in calo, da inizio marzo, ed è cresciuta solo negli ultimi giorni ma senza ancora raggiungere i livelli massimi registrati ad inizio dello scorso anno. 

Binance USD (BUSD) invece condivide il periodo di grande successo con USDT e USDC, facendo registrare il suo massimo storico, mentre per DAI il discorso è più complesso. 

La nuova DAI infatti esiste da pochi mesi, e sta pian piano sostituendo la vecchia SAI. Quest’ultima, dopo il picco superiore ai 100 milioni di dollari di capitalizzazione toccato a novembre 2019, è scesa ora sotto i 20 milioni, mentre DAI è prima salita a quasi 130 milioni a metà febbraio, per poi però scendere sotto i 100 milioni nelle ultime settimane. 

DAI sconta probabilmente le difficoltà che stanno attraversando in queste settimane le piattaforme DeFi, prima con il problema di bZx/Fulcrum, poi con i problemi derivanti dal crash e dalla congestione del network Ethereum

Ad esempio, il valore dei DAI immobilizzati negli strumenti DeFi è letteralmente crollato ultimamente. Dopo aver raggiunto un picco superiore agli 85 milioni di dollari l’8 marzo, ora è a meno della metà. 

Tuttavia, il suo valore non solo ha retto benissimo all’urto, ma paradossalmente è anche cresciuto, visto che il 14 marzo è addirittura salito fino a 1,11 $. Anzi, dal 12 marzo in poi il valore di DAI è praticamente sempre stato superiore ad 1 dollaro, cosa per nulla comune alle altre stablecoin ancorate alla valuta americana.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.