Bitcoin ATM: qual è la situazione durante il coronavirus?
Bitcoin ATM: qual è la situazione durante il coronavirus?
Bitcoin

Bitcoin ATM: qual è la situazione durante il coronavirus?

By Amelia Tomasicchio - 25 Mar 2020

Chevron down

In questi giorni di emergenza Coronavirus tra le maggiori ricerche in ambito crypto che si possono rilevare su tool come Google Trends ci sono i bitcoin ATM, i bancomat che permettono di prelevare o vendere BTC e altre crypto.

I motivi di questa crescita di interesse sono probabilmente da ricercare in 3 eventi.

Qualche settimana fa, per esempio, è stato installato il primo Bitcoin ATM in Nigeria, mentre a fine febbraio in Sud Corea Litecoin stringeva una partnership con Meconcash per essere supportata da oltre 13mila bancomat.

Nel frattempo, però, in gran parte del globo molti bitcoin ATM stanno chiudendo per colpa dell’emergenza coronavirus.

Al contrario delle banche, che sono attualmente uno dei servizi garantiti per i cittadini e quindi uno dei locali aperti anche durante questa pandemia, molti dei luoghi in cui sono installati i bitcoin ATM sono chiusi: spesso infatti si trovano in centri commerciali. 

In Germania, per esempio, sono stati chiusi 24 bitcoin ATM e lo stesso si può dire per l’Italia.

A causa della contingente emergenza sanitaria, infatti, anche l’azienda italiana Chainblock si è trovata costretta a bloccare il servizio di acquisto di bitcoin e crypto tramite ATM.

Per tale motivo, attualmente il servizio prosegue attraverso le sole piattaforme online dedicate all’acquisto attraverso Chainblock Card e bonifici bancari Chainblock Bay.

Ha dichiarato il CEO di Chainblock Federico Pecoraro:

“Il messaggio che vorremmo diffondere è quello di privilegiare il mercato italiano acquistando solo ed esclusivamente tramite piattaforme italiane; per una volta si dovrebbe incentivare e sostenere il made in italy anche per ciò che attiene un settore in cui normalmente vengono presi maggiormente in considerazione colossi americani e cinesi. In questa situazione di crisi ognuno di noi può e deve agire nell’interesse dell’Italia”.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.