Nuovi fondi per Voice, il social media di EOS
Nuovi fondi per Voice, il social media di EOS
Blockchain

Nuovi fondi per Voice, il social media di EOS

By Alfredo de Candia - 27 Mar 2020

Chevron down

Voice, il social media basato sulla blockchain di EOS, ha comunicato ufficialmente di aver ottenuto 150 milioni di dollari per poter continuare lo sviluppo della piattaforma.

Il neonato social network, in beta dallo scorso 14 febbraio, ha come obiettivo quello di rendere l’uso di questo tipo di piattaforme più trasparente e sicuro, sia sotto l’aspetto di quello che viene postato, che viene registrato su blockchain, sia a livello di sicurezza di chi posta i contenuti, perché per accedere al social network è richiesta una procedura di KYC (Know Your Customer) e quindi si garantisce che dietro d un account si trova una persona reale.

Il CEO di Block.one, Brendan Blumer, ha parlato anche di giornalismo vivo, piuttosto che una piattaforma statica, facendo riferimento al fatto che la si può usare per diffondere news:

“Stiamo creando un giornalismo vivente invece di piattaforme giornalistiche statiche. Con Voice che si propone di cambiare radicalmente il funzionamento delle piattaforme mediatiche, era il momento giusto per Block.one di passare le redini a Salah Zalatimo (CEO di Voice) e permettere a Voice di crescere sotto la sua guida in modo da creare un’esperienza del tutto unica per i creatori di contenuti in tutto il mondo”.

Ricordiamo inoltre che il social media Voice è capitanato da Salah Zalatimo, ex CDO di Forbes, e che con questi nuovi fondi avrà il necessario per espandere il team e continuare lo sviluppo della piattaforma. 

Infatti, per il momento la beta è disponibile solo in territorio americano ma nei prossimi mesi dovrebbe aprire in Europa e riportare l’utente ad avere fiducia nei social network, come ha ribadito il CEO di Voice, Salah Zalatimo:

“Il panorama odierno dei media e dei social media sta rapidamente convergendo. Di conseguenza, i forum digitali dedicati sono stati abbandonati. Abbiamo assistito a una profonda perdita di fiducia nei confronti dei siti di social media, a causa dell’uso poco trasparente dei dati personali e delle regole di regolamentazione dei contenuti inadatti: Se è necessario assumere schiere di persone per rimuovere contenuti sgradevoli, allora c’è qualcosa di fondamentalmente fuori posto con la piattaforma. Voice vuole colmare le lacune e ripristinare la fiducia nelle nostre piattaforme mediatiche promuovendo l’autenticità, la trasparenza e l’umanità nella nostra community”.

Quindi adesso con $150 milioni a disposizione, Voice, che da molti viene descritto una fusione tra Twitter e Medium, inizierà una vera e propria guerra con le altre piattaforme social.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.