Le migliori crypto in cui investire nel 2020
Le migliori crypto in cui investire nel 2020
Criptovalute

Le migliori crypto in cui investire nel 2020

By Marco Cavicchioli - 30 Mag 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Quali sono state le criptovalute che si sono rivelate le migliori su cui investire in questi 5 mesi del 2020? 

Essendo a fine maggio già è possibile iniziare a trarre qualche conclusione sull’andamento dei primi mesi dell’anno del mercato crypto, anche perché pare proprio che il crollo di metà marzo sia stato riassorbito. 

Prendendo come riferimento le tre criptovalute con maggiore capitalizzazione, è possibile confrontare le performance dei loro prezzi con quelle delle criptovalute che hanno reso di più. 

Bitcoin e la performance del 2020

Bitcoin ha aperto il 2020 con un prezzo di 7.200$, mentre ora il prezzo oscilla attorno a quota 9.500$. 

In altre parole, in cinque mesi ha guadagnato quasi il 32%, nonostante a metà febbraio avesse raggiunto anche quota 10.500$, mentre a metà marzo era addirittura sceso sotto quota 4.500$.

Ethereum

Ether ha fatto anche di meglio, infatti apriva l’anno a quota 130$, mentre ora veleggia attorno ai 220$. 

Pertanto, fino ad ora nel 2020 il suo valore è cresciuto di quasi il 70%, cosa che la rende una delle criptovalute che ha performato meglio nel corso dell’anno. 

Ripple

XRP stenta a crescere. Ha aperto il 2020 a 0,19$, mentre ora oscilla attorno a quota 0,2$, ovvero senza alcuna crescita. 

Nonostante ciò a metà febbraio il prezzo salì abbondantemente sopra quota 0,30$, mentre a metà marzo scese appena sopra quota 0,13$. 

Bitcoin Satoshi Vision

Tra le prime dieci criptovalute per capitalizzazione di mercato spicca la performance di BSV, passata in cinque mesi da 97$ a quasi 190$, ovvero quasi raddoppiando il proprio valore. Il suo +95% è la crescita di prezzo maggiore delle prime dieci criptovalute per market cap. 

Altre altcoin che hanno registrato buone performance

Altre perfomance molto significative sono state quelle di Tezos (XTZ), +110%, Cardano (ADA), +90%, Chainlink (LINK), +124% e Crypto.com Coin (CRO), +142%. 

Alcune criptovalute minori però hanno fatto registrare incrementi anche enormemente superiori, come ad esempio Baz Token (BAZT) passato da 0,15$ a 26$ con un incredibile incremento del 17.000%, ma spesso in questi casi si tratta di pump, a volte passeggeri, generati artificialmente sfruttando mercati di scambio poco liquidi. 

Tuttavia, limitandosi alle 50 maggiori criptovalute per capitalizzazione di mercato si scopre che ce ne sono diverse ad aver incrementato in modo significativo il loro valore rispetto ad inizio anno, anche con percentuali vicine o superiori a +100%. 

Di sicuro spicca Theta che, dopo l’annuncio dell’accordo con Samsung Daily, ha fatto registrare un +250% in cinque mesi, più o meno come DigiByte (DGB), con +260%, e con l’omologa Theta Fuel (TFUEL), +330%. 

Anche nelle prime 100 si sono registrate alcune performance paragonabili a queste, ma in molti casi si è trattato di un rimbalzo da quote molto basse raggiunte a gennaio. 

Una menzione speciale però va ad Aave, che pur con solamente 68 milioni di dollari di capitalizzazione, sta crescendo molto grazie soprattutto al successo della sua piattaforma DeFi. 

Il suo token LEND è passato da 0,015$ di inizio anno a 0,052$ attuali, con un guadagno del 246%.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.