La capitalizzazione del mercato crypto nel 2016
La capitalizzazione del mercato crypto nel 2016
Criptovalute

La capitalizzazione del mercato crypto nel 2016

By Alfredo de Candia - 30 Mag 2020

Chevron down

Continuiamo la ricerca indietro nel tempo e nella capitalizzazione degli anni passati, questa volta analizzando il mercato crypto nel 2016. 

Prendendo come riferimento i dati provenienti da CoinMetrics, così si prospettava il mercato crypto nel 2016 per quanto concerne la capitalizzazione:

market cap 2016

L’inizio dell’anno si presentava in modo abbastanza stabile, anche se verso la fine di gennaio si può notare un incremento di alcune crypto come VTC, Doge ed Ethereum (ETH). 

Come rilevato anche per il 2015, a metà anno si può notare un aumento di quasi tutte le crypto ed infatti ETH si piazza al secondo posto superando Ripple (XRP). 

Nel frattempo continuava invece la lotta tra LTC e XLM per il quarto posto, mentre XEM era la crypto che in quel periodo aumentava in maniera incredibile, arrivando in quinta posizione per capitalizzazione. 

Una menzione a parte va fatta per Ethereum che a luglio vede il suo primo fork a seguito dell’hack ai danni di The DAO. 

Nell’autunno 2016 c’e invece da segnare l’incremento notevole della crypto Monero (XMR) che arriva in sesta posizione per capitalizzazione di mercato, mentre a novembre spunta Zcash (ZEC) con la sua feature di scegliere se rendere le transazioni private o meno. Il mese successivo fa capolino Waves (WAVE). 

A questo punto, a fine del 2016, la classifica cambia con queste nuove crypto:

  1. Bitcoin, che raddoppia la sua capitalizzazione rispetto all’anno precedente ed arriva a 15,5 miliardi di dollari;
  2. Ethereum con 710 milioni di dollari, ovvero un aumento di 10x rispetto l’anno precedente;
  3. Ripple (XRP) con 652 milioni di dollari;
  4. Stellar (XLM) con 252 milioni di dollari;
  5. Litecoin (LTC) con 213 milioni di dollari;
  6. Monero (XMR) con 189 milioni di dollari, che rispetto all’anno precedente registra un aumento del 4625%;
  7. Ethereum Classic con 124 milioni di dollari;
  8. Dash con 79 milioni di dollari;
  9. NEM (XEM) con 33 milioni di dollari;
  10. Dogecoin con ben 24 milioni: cifra che è raddoppiata rispetto l’anno precedente.
Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.