Amazon ottiene un brevetto DLT per la supply chain
Amazon ottiene un brevetto DLT per la supply chain
Blockchain

Amazon ottiene un brevetto DLT per la supply chain

By Alfredo de Candia - 31 Mag 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

È stato approvato un brevetto di Amazon in merito ad una DLT che riguarda proprio una supply chain: brevetto Amazon

Come possiamo leggere dai dati, il brevetto è stato presentato 3 anni fa, nel luglio 2017, e solo il 26 maggio scorso è stato finalmente approvato. 

Riguarda una piattaforma per verificare e tracciare gli oggetti con una supply chain usando una DEL (Distributed Electronic Ledger), quindi una semplice DLT.

La piattaforma permetterà di tracciare tutte le informazioni rilevanti in merito ad un oggetto, come:

  • il prezzo dell’oggetto sia nuovo che usato, 
  • il lotto, 
  • il luogo, 
  • il rating del prodotto su Amazon, 
  • la politica dei resi.

Stiamo parlando di una specie di etichetta interna che permetterà di tracciare in maniera semplice e veloce tutte quelle informazioni utili per una corretta interpretazione dei dati e capire se quel tipo di oggetto è interessante per il consumatore o meno.

Amazon utilizza un sistema di automazione per i suoi ordini e con l’utilizzo della DLT potrebbe voler implementare un sistema anche per catalogare i prodotti in base al gradimento degli utenti, così da sistemare le scorte in base alle abitudini e al luogo in cui sia più conveniente e soddisfare al meglio la domanda del consumatore.

Una DLT è un sistema che ha solo una manciata di punti in comune con le blockchain tradizionali. Essendo di natura privata, queste non possono essere utilizzate da chi è esterno alla rete, impedendo di fatto l’accesso e la verifica dei dati.

La DLT implementata non è specificata, ma si fa riferimento alla soluzione di Hyperledger, progetto creato dalla Linux Foundation.

A quanto pare sembra che Amazon sia già da tempo dietro a soluzioni del tipo blockchain ma ancora non è pronta ad utilizzare una vera e propria blockchain pubblica. 

Se e quando ciò avverrà sarebbe una vera rivoluzione per l’intera tecnologia che potrebbe fregiarsi di essere idonea persino per Amazon: una sorta di “Used by Amazon”.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.