Eidoo, token burn per 28 milioni di EDO
Eidoo, token burn per 28 milioni di EDO
Altcoin

Eidoo, token burn per 28 milioni di EDO

By Eleonora Spagnolo - 11 Giu 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

L’azienda svizzera Eidoo ha portato a termine oggi un token burn tale da bruciare un terzo della total supply dei token EDO

Questa scelta era già stata annunciata nei giorni scorsi ed è uno degli step necessari per arrivare all’upgrade del token. Dal 18 giugno infatti i token EDO diventeranno PNT e saranno utilizzati per l’ecosistema pNetwork.

Con l’operazione di oggi, Eidoo ha bruciato un totale di 28 milioni di token, circa l’80% degli EDO in possesso all’azienda. Si tratta di uno dei più importanti e massicci token burn nella storia delle criptovalute.

Come detto, dal 18 giugno inizierà l’upgrade che trasformerà i token EDO in PNT, utilizzabili all’interno dell’ecosistema pNetwork, incentrato proprio sull’utilizzo di pTokens. 

Ad ideare questo progetto è l’azienda Provable Things. Lo scopo di Provable Things e del Network è quello di consentire un interscambio di criptovalute tra diverse blockchain. 

Il primo pToken lanciato è stato pBTC, che consente di rendere compatibile Bitcoin con Ethereum e EOS all’interno dell’ecosistema DeFi, senza che gli utenti debbano scambiare ogni volta i loro BTC. 

Con l’upgrade, che sarà completato nel giro di qualche giorno, gli utenti non dovranno fare nulla: i token in loro possesso saranno automaticamente cambiati in PNT. Al momento, Eidoo e Provable Things hanno fissato la total supply in 60 milioni di PNT. 

L’aggiornamento sarà supportato da diversi exchange che già listano EDO, ma annunci più dettagliati saranno forniti in seguito. 

PNT punta a diventare il fulcro di una delle DAO maggiori all’interno della DeFi. Infatti, i PNT circoleranno su oltre 7.000 indirizzi blockchain, e la governance sarà nelle mani della community. 

Gli utenti in possesso del token potranno infatti prendere parte alla pNetwork DAO e votare miglioramenti e ulteriori sviluppi. Una delle prime votazioni riguarda il prossimo “ponte” da creare tra diverse blockchain. Infatti non c’è solo pBTC, ma anche pLTC. E altri ne arriveranno. 

Inoltre, per far crescere la community è stato pensato un sistema di staking decisamente interessante: tutti coloro che mettono in stake e votano usando i token PNT riceveranno un tasso di interesse del 42% nel primo anno, che diventa 21% nel secondo anno. A questo scopo sono già dedicati ben 28 milioni di token PNT.

Il token burn che fa crescere Eidoo

Quando l’aggiornamento diventerà effettivo, i token EDO/PNT avranno una possibilità di utilizzo maggiore all’interno dell’ecosistema DeFi. 

Questa nuova funzione si aggiunge al successo già ottenuto dalla Carta Eidoo, supportata dal circuito Visa, e dal suo programma di cashback.

Il token EDO

Le novità sembrano far bene al token EDO, protagonista di un vero e proprio rally. Dopo l’ottimo andamento dei giorni scorsi, a seguito del lancio della carta Visa, anche oggi EDO continua a crescere di valore. 

Sulle 24 ore infatti il rialzo giornaliero si aggira intorno al 13%, mentre il token vale circa 60 centesimi. Il suo valore è aumentato di 10 volte dall’affondo del mercato crypto di metà marzo, quando era sceso a 0,05 dollari.

Insomma, è un periodo roseo per la crypto che punta ora a diventare protagonista del settore DeFi.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.