Tron: il voto sulla blockchain di TRX
Tron: il voto sulla blockchain di TRX
Blockchain

Tron: il voto sulla blockchain di TRX

By Alfredo de Candia - 26 Lug 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Oggi ci concentreremo sulla blockchain di Tron (TRX) e su come funziona la procedura di voto.

Ogni blockchain ha un suo sistema di consenso e strutture preposte per il corretto funzionamento della rete, come per esempio i miner per la PoW (Proof of Work), gli staker nelle PoS (Proof of Stake) o chi blocca i propri fondi o li delega ad altri soggetti come nel caso di protocolli DPoS (Delegated Proof of Stake).

Ma non tutti sanno che è anche possibile votare su questi tipi di blockchain ottenendo degli incentivi.

Come si vota su Tron

Iniziamo dicendo prima di tutto che questa blockchain sfrutta il protocollo DPoS e quindi non troviamo miner, ma dei soggetti preposti a validare le transazioni, che in questo caso si chiamano Super Representatives (SR), per un totale di 27 soggetti.

Essi sono classificati in ordine di voti ricevuti, mentre ci sono altri SR che non sono riusciti ad arrivare nella top 27 ma che sono candidati nel caso avessero voti a sufficienza.

Allo stato attuale ci sono ben 267 SR, divisi tra SR partners (dal 28 al 127) e SR candidates (dopo la posizione 128).

Ricordiamo che i blocchi su Tron vengono creati ogni 3 secondi e per ogni blocco i SR recuperano ben 32 TRX. È proprio grazie a questo premio che i SR offrono una ricompensa a coloro che votano per loro e che gli consentono di rimanere nella top 27.

Compreso il sistema dei SR, adesso dobbiamo cerchiamo di capire come e cosa deve fare un utente per poter partecipare attivamente alla blockchain.

Per votare su Tron ci serviranno: 

  • un indirizzo Tron, 
  • il wallet Tron Link,
  • almeno 1 TRX in freeze.

Quando si utilizza questa blockchain le transazioni consumano sia energia che banda e, per ottenerle, bisogna bloccare dei TRX all’interno del nostro account, altrimenti se non avremo abbastanza risorse.

I voti sulla blockchain di Tron sono dati per numero, nel senso che 1 TRX corrisponde ad 1 voto, maggiore saranno i TRX in portafoglio maggiore sarà il nostro peso di voto.

Premesso questo, adesso possiamo utilizzare un block explorer, in questo caso tronscan.org.

Poi basterà loggarci con il nostro wallet Tron Link.

Quando blocchiamo risorse (solo numeri interi) acquisiamo sia le risorse che TRON Power, che non sono altro dei punti che ci serviranno per votare.

Una volta recuperati i TRON Power (anche 1 è sufficiente) basterà recarci nella pagina del voto qui e premere sul pulsante verde “Voting” per aprire un sottomenù e controllare i voti disponibili.

La schermata è davvero intuitiva e possiamo vedere sia i vari SR, con tutte le informazioni, sia i nostri voti disponibili e quelli utilizzati.

Una volta che avremo scelto il nostro SR, basterà premere sul pulsante “+” per aggiungere il nostro voto o sul pulsante “-“ per togliere i nostri voti.

Infine basterà cliccare sul pulsante verde “Voting” per confermare la transazione. 

La transazione, ricordiamo, consuma circa 300 di banda e 0 energia, quindi se la transazione fallisce è perché non ci sono abbastanza risorse bloccate nel nostro account.

Come scegliere un SR?

Per rispondere a questa domanda bisogna controllare i vari SR candidati, perché alcuni di loro forniscono una scheda informativa sia su di loro che sulla gestione dei reward dato che alcuni SR offrono, oltre che TRX, anche altri token oppure dei bonus. 

Qui un esempio di dettagli di un SR:

trx vote

A questo punto starà a noi valutare se ci conviene votare per uno o l’altro SR, anche in base a quali token vogliamo ricevere, visto che ci sono anche premi pagati in stablecoin.

Insomma, è piuttosto semplice votare sulla blockchain di Tron ed è anche remunerativo.

Comunque, non tutti effettuano transazioni dirette sul wallet, ma alcuni SR vogliono che si chieda in maniera manuale il premio. In questo caso basterà andare nella pagina del nostro account e premere il pulsante “Collect Reward”.

 

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.