Bancor: ParaFi Capital investe nel progetto
Bancor: ParaFi Capital investe nel progetto
Defi

Bancor: ParaFi Capital investe nel progetto

By Alfredo de Candia - 20 Ago 2020

Chevron down

È stato comunicato dal team di Bancor, protocollo che permette di fornire liquidità ai token on-chain, di aver ricevuto un investimento da ParaFi Capital.

Dall’annuncio non è chiaro a quanto ammonti l’investimento.

Partiamo subito fornendo qualche accenno di ParaFi Capital, compagnia incentrata sugli investimenti in crypto, progetti blockchain e nella finanza decentralizzata (DeFi).

Alle spalle ha oltre 20 anni di esperienza ed ha gestito fondi per KKR, TPG e JPMorgan. Non dimentichiamo che fanno parte di ParaFi Capital anche diversi istituzionali come Bain Capital Ventures, Galaxy Digital, e Dragonfly Capital Partners.

Santiago Roel Santos, uno dei partner di ParaFi Capital, ha detto:

“Crediamo che Bancor v2 rappresenti un passo avanti nel miglioramento delle funzioni AMM (automated-market maker). Con i volumi di trading e la liquidità in rapido movimento nei mercati basati sull’AMM, crediamo che Bancor sia in una posizione unica per trarre vantaggio da questo sottostante cambiamento di mercato. Siamo entusiasti di essere coinvolti nell’ecosistema di Bancor durante la prossima fase di crescita del protocollo”.

Cos’è Bancor e come utilizzerà i fondi di ParaFi Capital

Bancor (BNT) è uno dei protocolli più importanti nel settore DeFi insieme ad Uniswap e Balancer.

Permette di fornire liquidità, tramite le varie pool che è possibile creare, sia ai token della blockchain di Ethereum, i vari ERC20, e sia ai token che troviamo sulla blockchain di EOS.

Creare qui la propria pool è molto facile e chiunque può farlo anche per listare il proprio token. 

All’inizio del mese di agosto è stata lanciata la nuova versione di Bancor, la v2, che risolve il famoso problema dell’impermanent loss, grazie ad una partnership con Chainlink (LINK).

Bancor è uno dei pochi protocolli in cui è possibile esporsi solo con un token invece che con due.

Grazie a questi fondi si potrà espandere ancora di più questo protocollo: infatti, per il momento sono solo 2 le nuove pool in fase di test, LINK e REN, che nel giro di poche settimane saranno bloccate e prenderanno il volo, mentre invece continuerà il modello BNT Liquidity Mining, quindi tutti coloro che forniranno liquidità alle varie pool potranno percepire, oltre alle fee, anche i token BNT.

L’head of growth di Bancor, Nate Hindman, si è detto pronto per scalare la v2 ed introdurre anche BancorDAO:

“Con la loro profonda esperienza nella DeFi e nei mercati istituzionali, il coinvolgimento di ParaFi porterà una sostanziale competenza mentre ci prepariamo a scalare Bancor v2, a rilasciare il BancorDAO e a implementare BNT Liquidity Mining”.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.