Fidelity sta per lanciare un nuovo fondo su Bitcoin
Fidelity sta per lanciare un nuovo fondo su Bitcoin
Bitcoin

Fidelity sta per lanciare un nuovo fondo su Bitcoin

By Marco Cavicchioli - 27 Ago 2020

Chevron down

Il colosso americano della finanza Fidelity ha informato la SEC di un suo nuovo fondo dedicato a bitcoin. 

La documentazione rivela che il fondo si chiama Wise Origin Bitcoin Index Fund I, LP, ed è stato presentato da Peter Jubber, presidente e direttore di FD Funds GP LLC. La stessa documentazione rivela anche che nel progetto sono coinvolte Fidelity Brokerage Services LLC e Fidelity Distributors Company LLC, ovvero due società del gruppo Fidelity. 

Fidelity Investments è una multinazionale americana con sede a Boston, ed è anche uno dei più grandi gestori patrimoniali al mondo, con quasi duemila miliardi e mezzo di dollari di asset in gestione, ed un valore totale complessivo degli asset dei loro clienti superiore agli ottomila miliardi. 

Fidelity e il fondo in Bitcoin per entrare nel mondo crypto

La società da tempo è interessata al settore crypto, tanto che già a fine 2018 partecipò alla raccolta fondi per finanziare il progetto BlockFi. 

A maggio dell’anno scorso annunciò il possibile lancio di una sua piattaforma per il trading crypto, ed a febbraio di quest’anno ha pubblicato un report nettamente favorevole a Bitcoin. 

In altre parole il colosso americano della finanza tradizionale ha deciso di entrare nel settore crypto dalla porta principale ed in grande stile, probabilmente con l’intenzione di fornire servizi regolamentati riguardanti le criptovalute a quei clienti che vogliono o debbono utilizzare solo questo genere di servizi. 

Ad esempio la quota minima per aderire al nuovo fondo di investimento su bitcoin è di 100.000 $, cosa che indica che sia un fondo destinato soprattutto ad investitori istituzionali ed accreditati. 

D’altronde a giugno Fidelity ha reso noti i risultati di un proprio sondaggio, effettuato su 800 investitori istituzionali di Stati Uniti ed Europa, che rivelava che più di un terzo degli intervistati in realtà aveva già investito in asset digitali, ed il 60% affermava di credere che gli asset digitali avrebbero avuto prima o poi un posto nel proprio portafoglio. 

Pertanto la società è consapevole sia che una quota limitata ma significativa di investitori istituzionali sta già investendo in asset digitali, sia che ve ne sono molti altri pronti a farlo, sia che questi investimenti possono potenzialmente raddoppiare nei prossimi anni. Non stupisce pertanto né che da tempo si stia interessando alle criptovalute, né che abbia lanciato un fondo per investire in bitcoin. 

Inoltre il successo riscosso durante la prima metà del 2020 da Grayscale, che con il suo fondo di investimento in bitcoin ha acquistato più BTC di quanti non ne siano stati minati da gennaio ad oggi, rivela che questo è un mercato in rapida crescita, e che probabilmente chi lo vuole sfruttare lo deve fare adesso.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.