banner
L’endorsement di Hoskinson a Brock Pierce disgusta Larimer
L’endorsement di Hoskinson a Brock Pierce disgusta Larimer
Blockchain

L’endorsement di Hoskinson a Brock Pierce disgusta Larimer

By Marco Cavicchioli - 2 Ott 2020

Chevron down

Il fondatore di Cardano e CEO di IOHK, Charles Hoskinson, ha dato il suo endorsement a Brock Pierce come candidato Presidente US.

Infatti, Brock Pierce è candidato alle elezioni presidenziali statunitensi che si terranno il 3 novembre prossimo ed ha definito Hoskinson “mio amico, collega e crypto-architect”. 

Nel suo video di endorsement Hoskinson afferma di essere nel mondo crypto da molto tempo e che i candidati democratici e repubblicani (Biden e Trump) siano sostanzialmente due facce della stessa medaglia. 

Chiede quindi un cambiamento e per questo suggerisce di votare per Brock Pierce. 

Questo schierarsi pubblicamente per un candidato politico da parte di un esponente di spicco della community crypto non è stato accolto con favore da tutti. 

Alcuni semplicemente hanno sostenuto che non era il caso che Hoskinson si schierasse politicamente, a prescindere dal fatto che abbia scelto di appoggiare il candidato in assoluto più crypto-friendly di tutti, mentre altri parlano esplicitamente di un errore proprio per via del passato di Pierce. 

In particolare, una forte critica è arrivata da Daniel Larimer, CTO di Block.one, creatore di BitShares e del DPoS (Delegated Proof of Stake), co-fondatore di Steem e molto attivo su EOS. 

Larimer ha scritto

“Questo è il motivo per cui non potrei mai essere un politico”. 

Ha poi aggiunto un emoji decisamente forte ed esplicativa, precisando subito dopo che Brock Pierce secondo lui “ha buon cuore” e sarebbe il migliore tra le proposte, sebbene questa campagna stia permettendo al fine di giustificare i mezzi. 

In un tweet successivo ha scritto: 

“Sto scrivendo un intero libro, attualmente più di 200 pagine, su come eliminare i politici e attuare una vera democrazia in cui le persone hanno il massimo potere rispetto al governo. Sto facendo la mia parte”. 

In altre parole, Larimer non ha apprezzato il fatto che un esponente del mondo crypto, che mira alla decentralizzazione, abbia dato il proprio appoggio ad un membro del sistema politico tradizionale. Anzi, seppur non esplicitamente, ha di fatto attaccato Hoskinson accusandolo velatamente di aver approfittato della situazione fondamentalmente per farsi pubblicità. 

Tuttavia bisogna ricordare che EOS e Cardano sono progetti concorrenti, pertanto lo sono anche Larimer e Hoskinson. Sebbene Hoskinson stia lavorando per rendere Cardano quanto più decentralizzato possibile, ovvero con una governance lasciata totalmente nelle mani degli utenti, senza alcun potere centrale, a Larimer non è piaciuta questa sua discesa in campo a favore di un sistema di governo centralizzato come quello degli USA. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.