banner
L’adozione di Bitcoin è in crescita?
L’adozione di Bitcoin è in crescita?
Bitcoin

L’adozione di Bitcoin è in crescita?

By Andrew Howard - 10 Ott 2020

Chevron down

Con le preoccupazioni per il futuro delle monete fiat e la creazione di denaro senza fine, si sta verificando un cambiamento e Bitcoin sta mostrando forti segni di adozione. 

L’adozione di Bitcoin è in aumento 

Nonostante il “Crypto Winter” e le continue notizie negative su Bitcoin da parte dei media mainstream, l’adozione non ha fatto che aumentare. Secondo Lucas Nuzzi, Network Data Product Manager di Coin Metrics,

“sta nascendo un nuovo ciclo di adozione”

In un recente rapporto di Coin Metrics, l’adozione è aumentata del 27% con indirizzi Bitcoin superiori a 10 dollari dal grave crollo di metà marzo. Anche se questo non è un indicatore esatto dei nuovi individui nello spazio Bitcoin, la metrica può dare un’idea generale di un’ulteriore progressione: 

btc address

Inoltre, con un sondaggio online condotto da The Harris Poll per conto di Blockchain Capital, dal 23 al 25 aprile 2019 tra 2.029 adulti americani, è stato rilevato che la percentuale di persone che “fortemente” o “in qualche modo” concordano sul fatto che “la maggior parte delle persone utilizzerà il Bitcoin nei prossimi 10 anni” è aumentata di 5 punti percentuali – dal 28% nell’ottobre 2017 al 33% nell’aprile 2019. 

Si può anche vedere dallo studio che la quantità di persone che probabilmente acquisteranno Bitcoin nei prossimi 5 anni è aumentata dell’8% dal 2017 al 2019:

purchase bitcoin

I più notevoli sono stati quelli di età compresa tra i 18-34 anni e i 45-54 anni. Si tratta di una tendenza chiara, e l’effetto rete sembra diffondersi continuamente. 

E le istituzioni? 

Non solo l’adozione e l’interesse in Bitcoin sta crescendo con i normali investitori retail, ma anche il coinvolgimento istituzionale sta guadagnando terreno. 

In un recente rapporto di Fidelity, sono stati intervistati quasi 800 investitori statunitensi ed europei, tra cui consulenti finanziari, family office, pensioni, fondi di investimento tradizionali e di criptovalute, investitori con grandi patrimoni, fondi di donazioni e fondazioni. 

In questo sondaggio, hanno trovato che il Bitcoin è ancora la criptovaluta più desiderata per una quantità piuttosto grande, affermando:

“Il Bitcoin continua ad essere il bene digitale di scelta con oltre un quarto degli intervistati che detiene Bitcoin; l’11% ha un’esposizione in Ethereum”. 

Fidelity ha rilevato che il 36% degli intervistati ha dichiarato di essere attualmente investito in attività digitali (27% negli Stati Uniti e 45% in Europa), e 6 su 10 ritengono che le attività digitali abbiano un posto nel loro portafoglio di investimento. Dichiarano inoltre che gli investitori statunitensi che hanno investito in attività digitali sono aumentati al 27% dal 22% del 2019.

Square ha appena acquistato Bitcoin. Un bilione di dollari Market Cap? 

Con le preoccupazioni per l’inflazione, i massicci livelli di debito pubblico e aziendale e la depressione economica, c’è stata una nuova ondata di notevoli investitori che hanno acquistato Bitcoin. Vediamo cosa è successo negli ultimi mesi: 

Maggio 2020: Il miliardario gestore di fondi di investimento Paul Tudor Jones alloca l’1-2% del suo portafoglio in Bitcoin, affermando:

“Stiamo assistendo alla Grande Inflazione Monetaria – un’espansione senza precedenti di ogni forma di denaro, a differenza di qualsiasi cosa il mondo industrializzato abbia mai visto”. 

Agosto 2020: Una delle più grandi società di business intelligence del pianeta, MicroStrategy, acquista 250 milioni di dollari in Bitcoin per le proprie riserve di tesoreria. Un mese dopo, l’azienda ha acquistato altri 175 milioni di dollari, per un totale di 425 milioni di dollari. 

Il loro CEO ha dichiarato:

“Questo investimento riflette la nostra convinzione che il Bitcoin, in quanto criptovaluta più ampiamente adottata al mondo, sia un affidabile deposito di valore e un attraente asset di investimento con un potenziale di apprezzamento a lungo termine più elevato rispetto al denaro contante”. 

Settembre 2020: La società di Jack Dorsey, Square, ha recentemente acquistato 50 milioni di dollari in Bitcoin – questo equivale a circa l’1% del patrimonio totale della società. Il loro CFO ha dichiarato:

“Crediamo che il Bitcoin abbia il potenziale per essere una valuta più onnipresente in futuro… Man mano che cresce in adozione, intendiamo imparare e partecipare in modo disciplinato”. 

Secondo Messari Research, l’importo totale dell’AUM (Assets Under Management – Patrimonio in Gestione) è stimato in 104 bilioni di dollari. Questo include le dotazioni, i family office, il patrimonio sovrano, i fondi pensionistici e i fondi comuni d’investimento. 

Se l’afflusso di investitori mostrato sopra continua con un’allocazione istituzionale di appena l’1%, questo creerebbe un market cap di 1.000 miliardi di dollari per il Bitcoin. 

Conclusione 

C’è una tendenza molto chiara con i grandi nomi che iniziano a investire in Bitcoin, ed è sicuro dire che questo non potrà che continuare. Sempre più investitori stanno iniziando a vedere la realtà della situazione economica attuale: non si possono creare quantità illimitate di denaro e aspettarsi che abbia un valore. 

Bitcoin risolve questo problema, e ci sono altre eccitanti novità in arrivo. 

Messaggio sponsorizzato da Bitcoin Reserve

Andrew Howard
Andrew Howard

Andrew Howard è il Chief Business Development Officer di Bitcoin Reserve, un exchange OTC con investitori del calibro di HNW. E' entrato nel settore Bitcoin nel 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.