banner
Elezioni USA, calma su Bitcoin
Elezioni USA, calma su Bitcoin
Bitcoin

Elezioni USA, calma su Bitcoin

By Eleonora Spagnolo - 3 Nov 2020

Chevron down

Ci siamo, è il giorno delle elezioni in USA ed è un momento di attesa anche per Bitcoin.

Non solo i mercati finanziari, ma anche quelli delle criptovalute potrebbero subire scossoni da questa importante tornata elettorale. 

In premessa va detto che Bitcoin è reduce da uno dei mesi migliori della storia. Ottobre lo ha portato infatti ad un passo dai 14.000 dollari e a livelli che Bitcoin non vedeva da gennaio 2018. 

Il peso delle elezioni USA su Bitcoin

Su questa fase euforica però incombe il peso delle elezioni negli Stati Uniti. 

In questi ultimi giorni infatti Bitcoin è in calo e attualmente oscilla a 13.400 dollari. Anche i volumi sono tornati contenuti, quasi che gli investitori stiano aspettando delle indicazioni più precise dal mercato.

Sull’effetto che le elezioni avranno su Bitcoin, gli analisti sono divisi.

John Bollinger, come riportato da Forbes, ritiene che le elezioni presidenziali non avranno impatto su Bitcoin.

“Non penso che le elezioni andranno veramente ad impattare su Bitcoin, in un modo o nell’altro. È più importante guardare all’adozione di importanti aziende”. 

Bollinger non teme neppure l’impatto sui mercati tradizionali:

“Sospetto che per i mercati tradizionali, le elezioni saranno piuttosto un ‘non evento’. Cioè, abbiamo costruito un livello così straordinario di coinvolgimento emotivo durante le elezioni, penso che qualunque siano i risultati, potrebbero effettivamente essere un po’ deludenti, almeno per alcune persone, e penso che i mercati tradizionali saranno effettivamente piatti o più alti durante il ciclo elettorale. Non sono una di quelle persone che prevedono sventure in relazione alle elezioni o qualsiasi evento che potrebbe verificarsi dopo le elezioni”.

Diversa l’opinione di Simon Peters di eToro, riportata in una mail

“Sembra che dovremmo aspettare domani quando gli Stati Uniti andranno alle urne prima di avere un po’ di chiarezza”.

Insomma, la sua opinione è che gli investitori siano in una fase di attesa.

Domani, quando arriveranno i primi risultati e poi quando sarà chiaro chi sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti, potremo vedere forse maggiore movimenti sui mercati. 

Va detto però che mentre le posizioni di Trump non sono state certo pro-Bitcoin, sono invece poco note le posizioni di Biden. Quel che è certo è che, non importa il vincitore, nei prossimi anni le criptovalute non potranno più essere ignorate.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.