banner
Binance, CZ: i pagamenti in Bitcoin destinati a crescere
Binance, CZ: i pagamenti in Bitcoin destinati a crescere
Criptovalute

Binance, CZ: i pagamenti in Bitcoin destinati a crescere

By Eleonora Spagnolo - 11 Nov 2020

Chevron down

Pagamenti in Bitcoin, DeFi, l’impatto del Covid 19, c’è questo e molto altro nei pronostici per il 2021 di Changpeng CZ Zhao, CEO di Binance. 

Uno dei primi temi affrontati è la finanza decentralizzata. Per CZ la DeFi è qui per restare. Tuttavia ha un giudizio particolare sugli exchange decentralizzati: 

“I DEX sono anche adatti per listare le monete piccole e meno mature, il che fornisce un buon terreno di convalida per i CEX più grandi”

Inoltre, CZ è convinto che finanza centralizzata e decentralizzata conviveranno, dando una spinta al settore:

“Credo che vedremo una maggiore convergenza sui prodotti della CeFi (finanza centralizzata). Ma fondamentalmente, la DeFi e la CeFi si rivolgono a utenti diversi. Spero che entrambi contribuiranno a far crescere il settore”.

Binance dal canto suo ha già introdotto diverse innovazioni in ambito DeFI, tra cui la Binance Innovation Zone per dare liquidità ai token DeFi e aiutare gli investitori meno esperti nel settore. Ed è pronta a far fronte ad ulteriori innovazioni. 

Per Binance comunque questo è stato un anno d’oro, tanto che, sottolinea il CEO, sono cresciuti enormemente gli investitori istituzionali. Nel terzo trimestre del 2020 sono diventati il 60% in più rispetto al trimestre precedente e il 46% in più dall’inizio dell’anno. Questo dimostra che l’interesse nel settore delle criptovalute è decisamente elevato.

Bitcoin come sistema di pagamento

Tuttavia questo interesse nel settore non è coinciso con la crescita dei pagamenti in Bitcoin. Dice a tal proposito CZ: 

“La crescita nel settore dei pagamenti è stato uno dei casi d’uso più evidenti di cui speravamo di vedere di più nel 2020, ma non è decollato come ci si aspettava”.

A cosa è dovuto questo ritardo? Per il CEO di Binance le ragioni sono diverse, così come le soluzioni: 

“Ciò può essere dovuto principalmente al fatto che le esistenti reti di pagamento fiat sono abbastanza consolidate e sono piuttosto difficili da sostituire in una sola mossa. Una strategia migliore potrebbe essere quella di agganciarsi ai sistemi di pagamento fiat esistenti in modo che possano coesistere. La Binance Card è un passo in quella direzione”.

Il 2021 può essere l’anno della svolta grazie all’ingresso di Paypal nel settore:

“Credo che sia estremamente positivo per il settore e che vedremo una crescita continua nei prossimi 12 mesi”.

Tra l’altro, a proposito di Bitcoin, per CZ più il prezzo di Bitcoin crescerà, più ci saranno investimenti nel mining. 

Il 2021 però potrebbe essere l’anno delle stablecoin. Dice a tal proposito Changpeng Zhao: 

“Credo che l’anno prossimo vedremo un aumento dei pagamenti transfrontalieri con le stablecoin. È molto più facile e meno costoso effettuare pagamenti transfrontalieri con le stablecoin o con qualsiasi criptovaluta rispetto ai metodi tradizionali. Le crypto sono molto più efficienti rispetto ai tradizionali sistemi di pagamento fiat. Penso che questo sarà un fattore determinante per l’adozione delle stablecoin nel 2021”.

E Binance Coin? BNB di certo non starà a guardare se non altro perché la criptovaluta di Binance si presenta come una moneta decisamente versatile. Spiega CZ: 

“Ci sono così tante applicazioni e casi d’uso per BNB che personalmente non riesco a tenere il conto ora, dal gaming alle rimesse transfrontaliere. Nell’ecosistema BNB c’è ora una grande community diversificata. Non so che cosa verrà fuori in futuro, ma sono sicuro che sarà molto entusiasmante”.

Il  2021 per CZ sarà anche l’anno degli NFT, che potrebbero essere adottati in diversi settori, dagli oggetti virtuali ai biglietti per i concerti. Ma, aggiunge, si tratta di un’area ancora da esplorare. 

Il Covid nel settore crypto e blockchain

Certo è che il 2020 è stato un anno complicato a causa del Covid-19, che, dice CZ, ha cambiato delle industrie per sempre. 

Ma in fondo qualche vantaggio c’è:

“Le persone sono più abituate a lavorare a distanza e a trattare a livello internazionale, il che aiuta l’adozione delle crypto”.

Tra i “vantaggi” del Covid, CZ sottolinea alcune forme di sostegno all’economia, come il Quantitative Easing, che ritiene possano portare le persone ad entrare nel settore delle criptovalute. 

Tuttavia è difficile ora cercare di capire cosa potrà accadere in futuro, stante la pandemia e le iniezioni di liquidità che arrivano dai governi. 

Binance dal canto suo continuerà ad investire per far crescere il settore, così come ha già fatto con Binance Smart Chain e il suo Accelerator Fund

Sicurezza e regolamentazione

La sicurezza e la regolamentazione sono forse i due aspetti che più rischiano di frenare lo sviluppo del settore.

Sul fronte della sicurezza, Binance, nelle parole del suo CEO, ha messo in campo e continuerà a mettere in campo tutti gli strumenti possibili. Tra gli sforzi di Binance in questo senso vanno segnalati: 

  • I sistemi di educazione per evitare che gli utenti possano incappare in progetti sbagliati e truffe, 
  • Tool per proteggere le chiavi private, 
  • TSS (threshold signatures) per mettere in sicurezza i fondi degli utenti.

L’elemento debole della catena però resta l’essere umano. CZ e Binance continuano a lavorare per proteggere al meglio gli utenti

“Gli aggressori sono costantemente alla ricerca di vulnerabilità psicologiche come l’avidità e il desiderio di informazioni rapide. Ci sono modi sempre più sofisticati di abusare della fiducia, tra cui lo spear phishing e il social engineering. Questo può aggirare alcuni dei meccanismi di difesa più fondamentali su cui abbiamo fatto affidamento nell’ecosistema crypto come il 2FA. Binance continua a lottare per ottenere il cosiddetto “zero trust” sulla nostra sicurezza aziendale e sulla sicurezza della piattaforma commerciale per proteggere i nostri utenti”.

Il 2021 però potrebbe anche essere l’anno di svolta sul fronte della regolamentazione. Binance continua a collaborare con le autorità dei vari paesi in cui opera per garantire anche migliori norme per lo sviluppo del settore. E non solo:

“Stiamo anche lavorando con quasi tutti i fornitori di strumenti di conformità del settore, aiutandoli a creare strumenti migliori per migliorare la compliance nel settore. Ci aspettiamo di vedere risultati più positivi in questo ambito nel 2021 grazie ai nostri sforzi”.

E Binance cosa farà nel 2021?

Binance continuerà ad offrire ai suoi utenti ciò che loro vogliono

“Non mi piace speculare su cosa ci sarà in serbo per Binance nei prossimi 12 mesi. Stiamo continuando a tenere la testa bassa e a sviluppare i prodotti che gli utenti vogliono e amano. Questo è il nostro obiettivo”.

CZ dal canto suo ha un auspicio, che il prossimo anno sia meno folle del 2020:

“A livello personale, il mio proposito di Capodanno per gli ultimi 10 anni è stato quello di avere begli addominali, ma non ci sono mai riuscito. La mia speranza principale è che il 2021 sia meno folle del 2020 e che la vita delle persone continui a migliorare, qualsiasi ruolo riusciremo a svolgere sarà la ciliegina sulla torta”.

 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.