banner
Polkadot primo per valore in staking
Polkadot primo per valore in staking
Criptovalute

Polkadot primo per valore in staking

By Marco Cavicchioli - 20 Nov 2020

Chevron down

Polkadot è attualmente la criptovaluta con il maggior valore complessivo messo in staking. 

Lo rivela 10yrhodl.crypto su Twitter condividendo lo screenshot di un grafico di The Block Research. 

Polkadot valore staking

Prendendo in esame le criptovalute basate su Proof-of-Stake, ed il valore complessivo in dollari americani di tutti i token attualmente in staking, risulta che per quanto riguarda DOT la cifra sfiora i 3 miliardi di dollari. 

Da notare che la capitalizzazione di mercato totale di DOT è di circa 5 miliardi di dollari, pertanto più della metà dei DOT risulterebbero essere in staking. Questo potrebbe anche significare che la quantità di DOT effettivamente in circolazione sui mercati di scambio sia minima, rispetto alla circulating supply, visto che i token in staking di fatto sono immobilizzati. 

DOT ha esordito sui mercati crypto ad agosto, ad un prezzo di circa 3$, salito a 6,3$ dopo circa un mese. 

In seguito il prezzo è sceso sotto i 4$, per poi tornare a salire negli ultimi giorni e superare nuovamente i 5$. 

Polkadot e le altre per valore in staking

Al secondo posto nella classifica delle criptovalute con più fondi in staking c’è ADA (Cardano), con quasi 1,8 miliardi di dollari, ovvero più della metà della sua capitalizzazione di mercato. 

Al terzo posto c’è XTZ (Tezos), seguito a ruota da EOS, con circa 1,4 miliardi. Per Tezos si tratta di più dell’80% della supply messa in staking, mentre la percentuale di EOS è in linea con quella di DOT e ADA. 

Dal quarto posto in poi però i calcoli non tornano. Infatti ALGO (Algorand) avrebbe circa 900 milioni di dollari in staking, ma la sua capitalizzazione di mercato è di soli 217 milioni. 

Va però detto che questa viene calcolata a partire dagli 803 milioni di token ALGO in circolazione, mentre i token ALGO esistenti in totale sono 10 miliardi, ovvero dodici volte di più. 

Va infatti ricordato che non sempre tutti i token esistenti di una criptovaluta vengono messi in circolazione, e spesso accade che una parte venga trattenuta dai suoi creatori, o da chi la gestisce, o immobilizzati in qualche smart contract che li rilascia lentamente. Questi token possono essere utilizzati per lo staking anche se non ancora messi liberamente in circolazione. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.