banner
Volumi da record per le criptovalute
Volumi da record per le criptovalute
Trading

Volumi da record per le criptovalute

By Federico Izzi - 25 Nov 2020

Chevron down

Il rialzo di oggi è accompagnato da volumi in costante crescita. Ieri con oltre $465 miliardi è stata per le criptovalute la giornata con il volume più alto di scambi dalla fine di febbraio 2018. 

Anche ieri, dopo una iniziale incertezza, nella seconda parte della giornata sono tornati gli acquisti riportando le quotazioni ai livelli più alti degli ultimi anni. 

Analizzando le prime tre capitalizzate, Bitcoin, Ethereum e Ripple XRP, l’attuale trend rialzista iniziato i primi giorni di ottobre si sta caratterizzando in maniera diversa evidenziando un movimento generale che rimane guidato da Bitcoin ma, a differenza delle scorse settimane, sta trasferendo motivazioni vantaggiose anche alle Altcoin. 

I volumi delle criptovalute

Osservando i volumi scambiati in questi ultimi tre giorni, emerge una quantità di scambi consecutiva mai registrata in precedenza

Per Ethereum la giornata di ieri con oltre $3,9 miliardi scambiati ha registrato il terzo giorno consecutivo sopra i $3 miliardi. Non era mai accaduto nel passato. 

Con quasi $6 miliardi passati di mano in 24 ore, è record di scambi anche per Ripple XRP. Nel passato della storia di Ripple XRP non si erano mai registrati tre giorni consecutivi con scambi giornalieri sulle principali piattaforme sopra i $2,8 miliardi.

coin360 20201125
Fonte: COIN360.com

Mercato crypto positivo

Anche per la giornata di oggi continua a prevalere il segno verde con oltre il 75% sopra la parità. Tra le big solo Ethereum (ETH) e Polkadot (DOT) mi muovono in negativo con ribassi tra l’1% e 3%. 

Entrambe prendono fiato dopo i forti rialzi dei giorni scorsi con guadagni oltre il 30% in soli cinque giorni. 

Continua a far bene Bitcoin (BTC) salendo del 2% su base giornaliera oltre i 19.300 USD, oramai ad un passo dai record storici del 2017. Dai livelli attuali manca poco più del 2% per entrare in un territorio inesplorato. 

Stellar (XLM) con un rialzo oltre il 40% torna sopra i 0,21 centesimi di dollaro, viene impalmata la migliore della giornata per il secondo giorno consecutivo. 

XRP 20201125

Giornata positiva con un rialzo a doppia cifra anche per Ripple (XRP) in salita del 10% anche se in balia della speculazione di breve provocando veloci oscillazioni al rialzo e al ribasso nel corso della stessa giornata.

Risale sopra il 61% la quota di mercato del Bitcoin con Ethereum che scivola sotto l’11,8% e Ripple che prova a consolidare la sua dominance sopra il 5%, livello più alto degli ultimi 13 mesi.

DeFiPulse 20201125

Nonostante continua l’emorragia di Ethereum, scesi sotto i 6,7 milioni di ETH bloccati sui vari protocolli decentralizzati, con oltre $14,3 miliardi il valore totale immobilizzato (TVL) sulla DeFi rimane vicino ai livelli record. 

Maker si conferma leader del settore con $2,7 miliardi, seguita da WBTC con $2,4 miliardi che registra un nuovo record (124.480) di BTC trasformati in token Erc-20 pari al 74% dei Bitcoin tokenizzati.

BTC 20201125
Bitcoin chart by Tradingview

Bitcoin (BTC)

La salita esponenziale del Bitcoin ha riportato le quotazioni ad un passo dal record storico assoluto registrato il 17 dicembre 2017 a 19.891 dollari registrato sulla piattaforma di BitFinex. 

Dall’inizio dell’attuale trend – metà ottobre – l’ascesa ha sinora registrato solamente due giornate di debolezza: il 7 e 22 novembre. In entrambe le giornate la speculazione intraday ha fatto scivolare i prezzi poco meno del 10%. È questo il dato da prendere come riferimento in un simile contesto che da questi livelli non trova migliori riferimenti da considerare in caso di inversione del trend. 

Tradotto in termini operativi significa che per il Bitcoin ci sono margini di movimenti al ribasso che sino a 17400 USD non comprometterebbero l’attuale trend rialzista. Al rialzo, invece, un superamento dei massimi storici oltre 19.900 USD potrebbe innescare una salita sostenuta dall’euforia.

ETH 20201125
Ethereum chart by Tradingview

Ethereum (ETH)

La salita degli ultimi cinque giorni ha riportato i prezzi oltre i 600 USD, il livello più alto dall’inizio giugno 2018. Un guadagno di valore superiore al 30% in meno di una settimana, in parte inaspettato dopo l’incertezza che dalla scorsa estate stava caratterizzando le oscillazioni sotto i 500 USD. 

Nella scalata verso l’alto mancano validi supporti di breve periodo, per questo motivo è necessario attendere un consolidamento dei prezzi nei prossimi giorni per definire un livello dove attirare nuovi acquisti per sostenere una salita su nuovi record. Un eventuale movimento speculativo al ribasso non dovrà tornare sotto i 480 USD.          

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.