banner
I wBTC arrivano su Tron
I wBTC arrivano su Tron
Blockchain

I wBTC arrivano su Tron

By Alfredo de Candia - 28 Dic 2020

Chevron down

Il CEO di Tron Justin Sun ha condiviso su Twitter la news dell’attivazione del portale per gestire i wBTC sulla blockchain di Tron.

La news sul porting di Bitcoin sulla blockchain di Tron sfruttando proprio i wBTC, risale a diversi mesi fa, al momento in cui si era stretta una partnership con BitGo che sarebbe diventato un custodian della rete di wBTC. Ma fino ad oggi i token non erano ancora attivi.

I token wBTC sono peggati 1 a 1 con Bitcoin e quindi rappresentano di fatto la supply di Bitcoin ma su un’altra blockchain. Questo significa che i Bitcoin materialmente non lasciano la blockchain di partenza, ma vengono gestiti tramite uno smart contract che crea un indirizzo dedicato in cui si registrano le transazioni e che ci siano effettivamente BTC in quell’address.

Altro aspetto che bisogna considerare è la gestione di questo asset, perché pochi sanno che i wBTC richiedono una procedura di KYC (Know Your Customer). Una volta identificata la persona, vengono rilasciati i relativi token peggati, dopo che l’utente ha mandato il relativo controvalore in Bitcoin.

Fino a questo momento il protocollo di wBTC ha in custodia oltre 100mila BTC e questo dimostra la diffusione del sistema, dovuta anche all’essere stato uno dei primi a fornire questo tipo di soluzione, che a quanto pare ha battuto persino i numeri di Lightning Network.

wBTC su Tron

Se controlliamo invece le statistiche dei wBTC su Tron, per ora c’è solo 1 indirizzo ed appena 0,019 wBTC ma la cosa sembra normale visto che è stato lanciato poco fa.

WBTC non è il primo asset legato a Bitcoin, perché precedentemente, Justin Sun aveva annunciato di aver portato abbastanza Bitcoin su questa blockchain, grazie all’exchange di Poloniex. In questo caso, controllando le statistiche, possiamo notare che ci sono già 15mila BTC in altrettanti indirizzi.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.