banner
I top exchange per volumi del 2020
I top exchange per volumi del 2020
Criptovalute

I top exchange per volumi del 2020

By Alfredo de Candia - 31 Dic 2020

Chevron down

Siamo giunti alla fine dell’anno ed è arrivato il momento di tirare le somme di questo 2020 completamente assurdo tra pandemia, crollo e ascesa del mercato crypto, ed è così anche il tempo di vedere quali sono stati i top exchange con più volumi.

Quest’anno, anche grazie al crypto crash ed ai recenti ATH di Bitcoin, sempre più persone si sono affacciate al settore crypto ed i più lungimiranti hanno iniziato a cercare di comprare crypto prima che sia troppo tardi e questo significa anche che in molti si sono rivolti agli exchange centralizzati (CEX).

Così, oggi andremo ad approfondire i volumi di alcuni dei più importanti exchange che troviamo in questo settore.

I dati da cui partiremo sono quelli forniti da CoinGecko. Inoltre dobbiamo tenere conto anche del numero di crypto che ogni exchange supporta, visto che ad un maggiore numero di crypto si hanno anche maggiori scambi, anche se non sempre è così.

Il 2020 sugli exchange: i volumi

Binance, con le sue 262 crypto diverse, ha aperto il 2020 con oltre 96 milioni di dollari, mentre il suo picco massimo lo ha avuto il 26 novembre con oltre 13 miliardi di dollari di volumi. La sua media quindi oscilla tra i 2 e 5 miliardi di dollari di volumi.

Coinbase Pro, con le sue 39 crypto, in questo 2020 ha registrato lo stesso valore di Binance al primo gennaio ossia di 96 milioni di dollari di volumi, mentre invece il suo picco lo abbiamo trovato sempre il 26 novembre con 2,7 miliardi di dollari di volumi, mentre la media è andata tra i 600 milioni ed il miliardo di dollari di volumi.

Kraken, che ha 49 crypto diverse, ha aperto il 2020 con appena 56 milioni di dollari di volumi, mentre il suo picco lo ha registrato sempre il 26 novembre con 1,4 miliardi di dollari di volumi. La sua media è stata tra i 200 ed i 500 milioni di dollari di volumi.

Bitfinex, che vanta ben 157 crypto diverse, il primo gennaio ha aperto con 46 milioni di dollari di volumi, mentre il suo picco lo troviamo il 13 marzo ossia il giorno del famoso crypto crash con 1,4 miliardi di dollari di volumi. La sua media è stata tra i 200 ed i 500 milioni di dollari di volumi.

Spostandoci invece ad exchange più dell’area asiatica, troviamo Huobi con le sue 296 crypto, che ha aperto l’anno nuovo con ben 446 milioni di dollari di volumi,  raggiungendo il suo picco il 24 novembre con 6,2 miliardi di dollari di volumi. La sua media che è stata tra 1 ed i 2,5 miliardi di dollari di volumi.

Infine è la volta di OKEx, che vanta ben 210 crypto diverse, ed ha aperto il 2020 con ben 492 milioni di dollari di volumi, mentre il suo picco lo ha registrato il 13 marzo con 4,2 miliardi di dollari di volumi. OkEx ha segnato una media tra 1,2 e 2,4 miliardi di dollari di volumi.

Con questi dati possiamo vedere come l’exchange con meno crypto, Coinbase, appena 39, ha generato volumi davvero impressionanti, mentre invece per volumi in dollari, la partita l’ha vinta con un ampio distacco proprio Binance che, con i suoi 13 miliardi di dollari di volumi, si è portato a casa un risultato davvero notevole.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.