banner
Ethereum, il prezzo oltre i 1000 dollari
Ethereum, il prezzo oltre i 1000 dollari
Ethereum

Ethereum, il prezzo oltre i 1000 dollari

By Eleonora Spagnolo - 4 Gen 2021

Chevron down

Il prezzo di Ethereum ha sfondato quota 1000 dollari. Ether ha iniziato il nuovo anno mettendo a segno un rally che l’ha vista passare dai 750 dollari circa con cui ha aperto il 1 gennaio, agli attuali 1.050 dollari. 

La crescita verticale del prezzo è avvenuta per la maggior parte nella giornata di ieri, domenica 3 gennaio: ETH ha messo a segno un rialzo del 33% che porta il guadagno settimanale al 50%. Erano picchi che Ethereum non vedeva da gennaio 2018, quando stava per scoppiare la bolla speculativa che avrebbe abbassato (e anche affossato) il prezzo delle criptovalute, esplose seguendo la scia del Bitcoin. 

Ma cosa sta succedendo ad Ethereum? Il prezzo di Ethereum ha seguito la scia di Bitcoin ma c’è dell’altro. Le performance annuali di Ethereum sono persino migliori di quelle del Bitcoin. Se Bitcoin nel 2020 è cresciuto di oltre il 300% (complici i record di dicembre), Ethereum è passato da circa 130 dollari agli 800 dollari con cui ha chiuso l’anno 2020, per poi esplodere in questi primi giorni del 2021 arrivando a oltrepassare i 1000 dollari. Una performance che fa impallidire anche BTC. 

Dai minimi di marzo, Ethereum ha creato un trend rialzista che non ha conosciuto inversioni.

Ethereum, il prezzo a 1000 dollari: e ora? 

Andando poi a guardare il progetto in sé, gli investitori sembrano premiare il percorso della blockchain di Vitalik Buterin che sta passando alla Proof-of-Stake. Lo scorso 1 dicembre è avvenuto il lancio della Beacon Chain, la fase zero di Ethereum 2.0. Nei prossimi mesi si concretizzerà il passaggio vero e proprio dalla PoW alla PoS. 

Inoltre Ethereum è di gran lunga la blockchain più utilizzata per i progetti DeFi. Proprio la DeFi nel 2020 ha conosciuto un enorme successo, ben visibile dal valore del collaterale bloccato (TVL) che attualmente (forte del rialzo del prezzo di Ethereum), è pari a 18,8 miliardi di dollari.

Questa crescita del prezzo può riflettersi in un interesse degli investitori istituzionali che oltre a Bitcoin ora potrebbero iniziare a comprare Ethereum. Del resto il CME sta per lanciare a febbraio proprio i future su Ethereum, offrendo ai suoi clienti un nuovo prodotto che vuole replicare il successo degli analoghi derivati su Bitcoin. 

In definitiva, la regina delle altcoin si sta ritagliando il suo spazio e promette di essere la vera alternativa a Bitcoin nel mondo delle criptovalute.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.