La rivista Time mette in vendita tre copertine come NFT
La rivista Time mette in vendita tre copertine come NFT
NFT news

La rivista Time mette in vendita tre copertine come NFT

By Amelia Tomasicchio - 23 Mar 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

TIME Magazine, la famosa rivista americana, vuole cavalcare l’onda del successo degli NFT, trasformando tre vecchie copertine del suo giornale in non fungible tokens, anche grazie all’aiuto dell’influencer Anthony Pompliano.

Così il TIME ha deciso di creare tre copertine in NFT; queste cover riportano tre titoli in grassetto: “Is Fiat Dead?”, “Is God Dead?” dell’8 aprile 1966 e “Is Truth Dead?” del 3 aprile del 2017. 

Per vendere questi tre non fungible token, TIME ha deciso di usare il marketplace di SuperRare e quindi usare la blockchain di Ethereum e i pagamenti in ETH.

Ha spiegato il Presidente del TIME Keith Grossman a Yahoo Finance:

“Il bordo rosso di TIME è una delle nostre caratteristiche più iconiche. Disponiamo già di un business esistente con il negozio di copertine nello spazio analogico. Passare ai collezionabili NFT è per noi uno sviluppo naturale”.

Il progetto delle copertine NFT del TIME

Questa decisione di tokenizzare delle vecchie copertine è nata ad inizio mese mettendo insieme un gruppo di esperti per un’iniziativa rinominata “Progetto C” di cui fanno parte Benioff, Mark Cuban, Guy Oseary e Anthony Pompliano.

Ha spiegato Grossman:

“La fase uno di ciò che sta accadendo nello spazio NFT riguarda molto i collezionabili. La fase due è pensare a come questi token possono sbloccare o fornire l’accesso ad abbonamenti, iscrizioni ed esperienze uniche”.

Il TIME e le criptovalute

Non solo il TIME ha deciso di creare i propri NFT ma ha deciso anche di iniziare ad accettare pagamenti in criptovalute per le proprie sottoscrizioni e intende anche usare gli NFT per vendere le copie digitali del proprio giornale.

Ha spiegato ancora Grossman:

“Il nostro lavoro è quello di fare in modo che i nostri consumatori accedano ai nostri contenuti di classe mondiale indipendentemente dal mezzo, che si tratti di stampa, digitale o video, e indipendentemente da come desiderano pagare, che sia in contanti, carta di credito o crypto”.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e Business Developer di Huobi per il mercato italiano.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.