banner
NFT CryptoPunk, asta record: venduto per $ 11,8 milioni
NFT CryptoPunk, asta record: venduto per $ 11,8 milioni
NFT news

NFT CryptoPunk, asta record: venduto per $ 11,8 milioni

By Eleonora Spagnolo - 11 Giu 2021

Chevron down

Un NFT  “Alien” di CryptoPunk è stato venduto all’asta da Sotheby’s per 11,8 milioni di dollari. Si tratta del record per un singolo CryptoPunk, tra le collezioni più note di NFT, per altro nella prestigiosa sala di aste londinese.

Ad acquistarlo è stato Shalom Mackenzie, l’azionista di maggioranza della casa di scommesse sportive DraftKings.

Durante l’asta sono state messe in vendita 28 opere, che hanno ottenuto complessivamente 17,1 milioni di dollari, nell’ambito della collezione nota come “Natively Digital: A Curated NFT Sale”.

Nello specifico, l’Alien #7523, il pezzo più pregiato, è un’opera rara, di cui esistono solo 9 copie. Creato nel 2017, quindi ben prima che esplodesse l’hype degli NFT, fa parte della collezione di oltre 10.000 CryptoPunks. Erano detenuti dal collezionista che si fa conoscere con lo pseudonimo di Sillytuna. Quando furono immessi per la prima volta sul mercato, per acquisirli bisognava dimostrare di essere possessori di un wallet Ethereum.

I CryptoPunks non sono altro che immagini “pixelate”. L’opera in questione rappresenta un omino con una mascherina. Era stata prodotta ben prima dell’avvento del Coronavirus.

Parte dell’incasso della vendita sarà devoluto da Sillytuna per sostenere la comunità CryptoPunk e verso organizzazioni impegnati nella lotta al Covid-19 nel mondo.

Michael Bouhanna, specialista di arte contemporanea di Sotheby’s, ha commentato:

“Il concetto di Natively Digital è nato dal desiderio di adottare un approccio curatoriale alla storia delle NFT come arte digitale, così come di mettere in mostra l’ampiezza degli artisti che lavorano con questo mezzo da quando è stato introdotto circa sette anni fa. Con i risultati di oggi, penso che il concetto abbia avuto molto successo nel presentare molti degli artisti che sono all’avanguardia di questo movimento, così come nel mettere in luce il variegato spettro di artisti che contribuiscono alla ricca comunità NFT. Guidati dal risultato da record per l’Alien mascherato, Natively Digital ha dimostrato che c’è ancora una forte domanda a tutti i livelli del mercato per le NFT, e siamo entusiasti di continuare a esplorare nuovi e interessanti modi di presentare queste opere all’avanguardia”.   

I CryptoPunks e le altre aste NFT di Sotheby’s

Natively Digital ha fatto parlare di sé anche per il fatto che è stato venduto uno dei primi NFT della storia, Quantum, acquistato da Syllituna per 1,4 milioni di dollari. Fu creato nel lontano 2014.

Per quel che riguarda l’asta Natively Digitale, da Sotheby’s fanno sapere che:

  • il 70% degli acquirenti e il 75% degli scommettitori non erano mai stati prima da Sotheby’s;
  • il 49% di chi ha partecipato all’asta  aveva meno di 40 anni;
  • Sono state piazzate 1.300 offerte;
  • Solo nella prima ora sono state piazzate 600 offerte da 80 partecipanti su 28 lotti.

L’impegno di Sotheby’s per gli NFT non finisce qui. Dopo la vendita da record del CryptoPunk da 11,8 milioni di dollari, la casa d’aste londinese ha annunciato che metterà in vendita cinque altri CryptoPunk “fisici”, dal 24 giugno al 1 luglio. La vendita è molto particolare perché di 10.000 CryptoPunk, solo 24 sono stati trasformati anche in stampe. Non resta che attendere chi se li aggiudicherà e quanto vorrà pagare.

 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.