ETF su Ethereum, deflusso di capitali: ipotesi ribassista
ETF su Ethereum, deflusso di capitali: ipotesi ribassista
Ethereum

ETF su Ethereum, deflusso di capitali: ipotesi ribassista

By Eleonora Spagnolo - 1 Lug 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Gli ETF su Ethereum stanno registrando un deflusso di fondi che lascia pensare che il mercato sia ribassista. Questo è quello che rivela Bitpanda  nel suo report settimanale. 

Secondo l’exchange infatti, nel corso della settimana c’è stato un deflusso per un totale di 36 milioni di euro dagli ETF. Si tratta di un record mai raggiunto dal 2015. 

Questo movimento in uscita indica che il trend di mercato si è invertito. 

Cosa dicono i movimenti di capitali negli ETF su Ethereum

Nota ancora Bitpanda che da inizio anno ad oggi, il mercato degli ETF su Ethereum ha raggiunto i 420 milioni di euro.

Per questo, Lukas Enzersdorfer-Konrad, Chief Product Officer di Bitpanda, sostiene: 

“Un deflusso è un segno negativo, tuttavia potrebbe essere solo temporaneo, in quanto gli investitori stavano precedentemente vendendo per spostare i loro fondi in sicurezza durante la grande caduta di maggio. Mentre ETH è sceso di circa il 50% dal suo massimo storico, è ancora in crescita del 200% rispetto all’inizio dell’anno e sembra ancora essere rialzista su una struttura grafica a tempo più alto”.

Infatti il prezzo di Ethereum si è più che dimezzato dopo aver raggiunto i record storici oltre i 4.000 dollari nei mesi scorsi. Nei giorni scorsi ETH è persino affondato sotto i 2.000 dollari, ma attualmente è quotato a 2.100 dollari con una crescita settimanale di quasi il 10%

Mercato dal sentiment positivo

Secondo l’analisi di Bitpanda, nonostante la volatilità, nel complesso il sentimento del mercato sta virando verso la positività. Gli orsi starebbero lasciando spazio ai tori, e l’indice fear and greed sta acquistando punti: messa da parte la fase di “estrema paura”, attualmente è su un punteggio pari a 28. Insomma, non c’è da stare tranquilli ma secondo Bitpanda il peggio è passato.

Crypto Fear & Greed Index on May 13, 2020

Del resto, nota il report che il mercato non è precipitato né dopo le notizie relative alle vicende di Binance nel Regno Unito, né dopo l’ennesimo ban proveniente dalla Cina nei confronti delle criptovalute.

La strada per un recupero comunque è ancora lunga:

“Tuttavia, il recupero del mercato dopo una forte caduta è un processo, non un singolo evento. Potrebbero quindi essere necessarie settimane per ricostruire una solida base”.

Bitcoin e le altcoin

Il report di Bitpanda fa anche il punto su bitcoin e sulle altcoin.

A proposito di BTC, viene notato che attualmente è a -40% dal suo record storico, e comunque nel precedente YTD del 2017 ha perso l’80% del valore, impiegando tre anni per riprendersi. In questo momento la direzione di BTC non è chiara.

 Bitcoin è stato scambiato in un mercato ranging nelle ultime settimane mentre orsi e tori combattono per il controllo, ma il consolidamento di Bitcoin potrebbe continuare per un po’ di tempo, fino a quando non avverrà una mossa più decisiva.

Tra le altcoin invece, spiccano le performance di Bitpanda Ecosystem Token (BEST), che nonostante le turbolenze del mercato è ancora a +1000% YTD. Anche Pantos (PAN) pur essendo molto volatile, mantiene il valore di 0,10 euro, rispetto agli 0,02 euro di inizio anno. 

Probabilmente le altcoin stanno beneficiando delle difficoltà di BTC:

Le altcoin stanno guadagnando forza – Mentre il prezzo del Bitcoin sta cercando un supporto, alcune altcoin si stanno muovendo in modo rialzista nel tentativo di capitalizzare le perdite della criptovaluta.

 

 

 

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.