banner
El Salvador: da domani Bitcoin sarà la valuta legale del paese
El Salvador: da domani Bitcoin sarà la valuta legale del paese
Bitcoin

El Salvador: da domani Bitcoin sarà la valuta legale del paese

By Marco Cavicchioli - 6 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Domani, martedì 7 settembre 2021, per El Salvador entrerà a tutti gli effetti in vigore la nuova legge che impone Bitcoin come moneta a corso legale, affiancando così il dollaro. 

Il Parlamento ha approvato la legge sulla criptovaluta

La legge approvata dal Parlamento locale a giugno sarà applicata a partire da domani, e prevede di fatto l’obbligo di accettare pagamenti in BTC. 

Sebbene nel Paese vi sia ancora molto scetticismo riguardo a questa misura, introdotta dalle autorità e senza un ampio consenso popolare, se non altro cominciano a prendere piede iniziative indirizzate a rendere più facile l’utilizzo di BTC come mezzo di pagamento, come l’installazione di 200 ATM per la conversione in dollari.

Con questa misura El Salvador sarà in assoluto il primo Paese al mondo in cui Bitcoin potrà essere utilizzato di fatto come moneta alternativa a quella nazionale, sebbene in realtà la moneta locale (il colon salvadoregno, SVC) sia stata a sua volta sostituita dal dollaro USA nel 2001. 

Il PIL di El Salvador e la crescita sperata con Bitcoin

È plausibile immaginare che la stragrande maggioranza dei pagamenti continuerà ad essere effettuata in dollari, ma il punto chiave per comprendere questa riforma in realtà è un altro. 

Addirittura il 20% del PIL di El Salvador proviene dalle rimesse ricevute dall’estero. Si tratta pertanto di una cifra estremamente importante per l’economia nazionale, e l’utilizzo dei dollari USA per l’invio di rimesse dall’estero presenta sia vantaggi che problemi. 

Il vantaggio è che sono abbastanza facili da reperire più o meno in qualsiasi parte del mondo, ma lo svantaggio è che il costo dell’invio di dollari da paesi esteri a El Salvador è tutt’altro che rilevante, come del resto anche per le rimesse inviate in altri paesi del mondo

Visto che l’importo medio delle singole rimesse in realtà è piuttosto basso, i costi di commissione consumano una percentuale non irrilevante del denaro che i salvadoregni possono inviare dall’estero ai loro familiari in patria. L’utilizzo di bitcoin rende possibile abbattere drasticamente questi costi, grazie a Lightning Network, e questo potrebbe persino portare ad un incremento di fatto del PIL, seppur di una percentuale contenuta (ma non irrisoria). 

Bukele e il progetto con Strike

Il progetto del presidente Bukele è stato realizzato in collaborazione con Strike, un wallet Bitcoin che utilizza proprio il second layer Lightning Network per consentire transazioni pressoché immediate ed a costi trascurabili, in tutto il mondo. 

Grazie alla nuova legge, una volta ricevuti i BTC in patria i salvadoregni non saranno più costretti a cambiarli in dollari per poterli utilizzare, risparmiando così anche sulle commissioni sui cambi. Il risultato dovrebbe essere quello di un incremento della ricchezza spendibile dai cittadini di uno dei paesi con il PIL pro-capite più basso di tutta l’America Centrale. 

Il governo stima che, su un PIL complessivo di circa 53 miliardi di dollari, i cittadini potrebbero risparmiare circa 0,4 miliardi di commissioni, ovvero quasi l’1% dell’intero prodotto interno lordo. 

Bitcoin El Salvador
Gli ATM Bitcoin Chivo in El Salvador

I cittadini di El Salvador riceveranno Bitcoin gratuitamente

L’altra notizia è che ai cittadini che decideranno di scaricare il wallet “ufficiale”, chiamato Chivo, verranno accreditati BTC per un valore di 30 dollari, un importo che è pari al 4% del PIl pro-capite mensile.

Resta comunque l’interrogativo di fronte ad alcuni dati.

Secondo un sondaggio nazionale condotto in collaborazione con l’Istituto Universitario di Opinione Pubblica (LUDOP), sette salvadoregni su dieci sperano che il governo abroghi la legge sulle criptovalute.

Il Centro Universitario ha effettuato, nell’arco di una settimana, il sondaggio in collaborazione con l’Università centroamericana José Simeòn (UCA). Tra tutti gli intervistati il 64% ha ammesso di conoscere la reale iniziativa rivoluzionaria del governo e nello specifico dell’Assemblea Legislativa, in merito all’approvazione della legge sul Bitcoin.

Solo una parte dei salvadoregni conosce Bitcoin

Il dato che più sorprende è la reale consapevolezza del cambiamento (solo il 22% dei 1281 intervistati) con una precisa conoscenza della moneta virtuale che si attesta al 4%.

Va anche detto che il governo di Bukele sembra aver preso una svolta autoritaria allontanandolo di fatto dalle esigenze del cittadino medio. La perdita dei consensi non sembra però al momento un problema e la scelta di portare avanti queste nuove riforme fa comunque ben sperare in qualcosa di innovativo per l’intero Paese sudamericano.

 

 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.