A cosa servono le stablecoin 
A cosa servono le stablecoin 
Criptovalute

A cosa servono le stablecoin 

By Marco Cavicchioli - 10 Ott 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Con “stablecoin” si intendono dei token su blockchain il cui valore rimane stabile nel corso del tempo attorno a quello di un altro asset con valore relativamente stabile. 

Valute fiat, stablecoin e loro utilizzo in rapporto al mercato

Le vere e proprie criptovalute, come BTC e ETH, hanno un valore di mercato molto volatile, e questo fa sì che non siano adatte a tutti gli usi. Un investimento in BTC, o in ETH, comporta un certo livello di rischio dovuto proprio all’elevata volatilità, tanto che spesso non vengono utilizzate come monete perchè ne esistono di meno volatili. 

Le monete fiat più diffuse al mondo, come dollaro USA, euro, yuan cinese, sterlina britannica, yen giapponese, hanno un valore che varia molto lentamente nel tempo. Questo fa sì che non si sia costretti a cambiare in continuazione i prezzi delle merci che vengono vendute in queste valute, mentre se si utilizzassero prezzi in BTC andrebbero aggiornati continuamente. 

Le valute fiat sono anche molto utilizzate sui mercati crypto per investire o per fare trading, ma si portano dietro alcuni problemi. 

Il problema principale è dovuto alla limitata libertà con cui possono essere utilizzate. 

Le vere criptovalute non hanno e non possono avere alcuna reale limitazione al loro utilizzo, se non ti tipo legale. Per quanto riguarda le valute fiat invece si è sempre in balia dell’intermediario che si utilizza. 

Le versioni digitali delle valute fiat non possono essere scambiate “da pari a pari” (ovvero in modo P2P), ma bisogna sempre affidarsi ad un intermediario. Questo intermediario ha di fatto potere assoluto di bloccare, rifiutare o cancellare qualsiasi transazione, anche se ovviamente poi lo fa solo se ritiene necessario farlo. 

Stablecoin
Stablecoin e valute fiat

Valute e intermediari. Cosa cambia con le criptovalute

Esistono leggi che impongono a questi intermediari di impedire transazioni da o verso un paese, o sopra una certa soglia, o se l’identità di mittente o destinatario non è nota e verificata. 

Con le criptovalute tutto ciò non è possibile, in caso di transazioni P2P senza intermediari. Per questo qualcuno ha ideato dei token basati su blockchain di criptovalute da utilizzare come alternativa alle valute fiat. 

In assoluto uno dei primi progetti di questo tipo è stato l’USDT di Tether, ovvero un token il cui valore è sempre più o meno quello di 1 dollaro americano. Inizialmente veniva scambiato sulla blockchain di Bitcoin, ma poi il grosso si è spostato su quella di Ethereum e, poi, su quella di Tron. 

Quindi USDT è un token scambiato su blockchain decentralizzate, ma che replica fedelmente il valore della valuta fiat degli USA. 

Molte stablecoin replicano il valore del dollaro, ma ve ne sono anche su euro, yuan, sterlina. Alcune non replicano il valore di una valuta fiat, ma ad esempio quello di altri asset dal valore piuttosto stabile come l’oro. 

La loro utilità sta nel fatto che consentono agli utenti di utilizzare una moneta che ha lo stesso valore di una valuta fiat, o di un asset fisico come l’oro, negli ambienti crypto.

Stablecoin e mercati crypto 

Negli ambienti crypto, come ad esempio gli exchange, è molto più facile usare token di criptovalute che non valuta fiat. Quindi le stablecoin sul dollaro sono molto più utilizzate del dollaro stesso. Per non parlare del fatto che sugli exchange decentralizzati è impossibile utilizzare moneta fiat, e quindi bisogna usare stablecoin. 

Le stablecoin hanno di fatto lo stesso grado di incensurabilità delle criptovalute decentralizzate come BTC e ETH, pertanto il loro utilizzo risulta oltretutto molto più libero rispetto a quello delle valute fiat. 

Quindi si usano come alternativa alle valute fiat ovunque le limitazioni, o le difficoltà, dell’utilizzo delle valute fiat renda queste ultime scomode da usare, se non a volte addirittura impossibili. 

Le stablecoin permettono di superare questi limiti e queste barriere replicando fedelmente il valore dell’asset sottostante, in modo da poterle utilizzare come alternativa alle fiat quando queste ultime risultano difficili o impossibili da usare. 

Un trasferimento di USDT su Tron è libero, velocissimo e molto economico, ovvero nettamente più conveniente di un trasferimento di USD tramite il circuito VISA. Inoltre, se effettuato senza intermediari, non può essere nè bloccato, nè limitato, nè rallentato. 

Molte persone che operano sui mercati crypto si abituano così tanto alla libertà delle criptovalute, che preferiscono usare stablecoin piuttosto che valute fiatIn caso di transazione senza intermediari, con le stablecoin è possibile ottenere anche un livello di privacy nettamente superiore. E questo rispetto alle transazioni digitali in valuta fiat che necessitano di un intermediario.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.